notizie internazionali
17/08/2020
GIANLUCA CARBONE: ANALIZZIAMO LA FISO CON UN MAXI QUESTIONARIO
Nazionale
(Gianluca Carbone di professione si occupa di commercio carni nell'azienda di famiglia a Genova).
 
Gianluca Carbone, di Genova, è da quest'anno responsabile delle Commissioni Master, Tesseramenti e Materiali. Nato nel 1966, è orientista dal 1990.
 
"Un incontro con questo sport avvenuto per caso - dichiara Carbone -  ne avevo sentito parlare in ambito militare e poi con un amico, leggendo un articolo di giornale che parlava di una gara, ci siamo iscritti nella prova di Busalla. Da atleta ero scarso, poi sono diventato dirigente di società, tecnico, organizzatore e ora Consigliere Federale. Sono i limiti e le opportunità di questo sport dove non ci sono professionisti di settore ed uno è chiamato a ricoprire più ruoli".
 
Molte le esperienze anche in ambito organizzativo. "In occasione della 5 Days degli Appennini sono stato Event Director e ora in questo ambito mi manca solo l’esperienza di un Mondiale. C'eravamo andati vicini con Genova 2024 Capitale Europea dello Sport, ma il  Mondiale Sprint per ora è sfumato causa i rinvii Covid; magari ci riproporremo con una Coppa del mondo nel 2024". 
 
Venendo all'ambito FISO,  da quest'anno, come anticipato, Carbone guida i settori Tesseramento, Master e Materiali.
 
Assieme a Daniele Guardini è uno dei pochi consiglieri confermati: "E' così, venivamo da un Consiglio nato male e cresciuto peggio. Ci abbiamo provato ma alla fine ci siamo trovati in una situazione di stallo dove le mediazioni sono venute meno. Forse la rinnovata fiducia viene dal fatto che molti hanno capito che non eravamo addentro alla polemica. Comunque ora procede tutto bene e il clima è ben altro e si sta lavorando bene".
 
Tesseramento, Master e attrezzatura, cosa vuol dire guidare questi settori?.
 
"Seguo queste 3 commssioni e stiamo lavorando su tutte. Abbiamo allo studio una riforma al sistema del tesseramento per completarlo in alcune carenze ed evitare usi distorti di certe formule, come la tessera Green. Dobbiamo implementare l'aspetto assicurativo e quello che riguarda il conteggio ai fini CONI che molti numeri non ce li riconosce, forse introdurremo anche una tessera giornaliera. Poi verrà un discorso a livello di società, ma questo in un secondo momento".
 
Settore Materiali: "Abbiamo il problema contingente del bilancio 2020. Ci sono minori entrate e quindi dovremo capire come chiudere l’esercizio. Vorremmo dotare le varie delegazioni di materiali in modo uniforme. Stiamo per ora solo ripristinando gli allestimenti arene e altro. Ci sono proposte e degli studi in atto, ma molta roba è in standby".
 
La Commissione Master: "Si tratta di una piacevole novità, ci ha pensato Sergio Anesi ad istituirla. Al momento vi è un questionario inviato ai tesserati delle categorie interessate e che ha visto 300 risposte. Stiamo elaborando i dati per poi profilare le proposte. A sorpresa la percentuale di soddisfazione del mondo Master, solitamente incline alle lamentele, mi ha sorpreso e più del 65% delle persone sono soddisfatte delle maniferazioni organzzate e di quanto proposto dalla FISO. Ora andremo ad analizzare quel 35-40%, quali sono le carenze e proveremo a dare delle risposte. E' un grande lavoro che va intrecciato con le categorie di appartenenza, le regioni e l'anzianità di pratica. Io Angelo Bozzola e Manuela Manganelli stiamo svolgendo questo lavoro".
 
Quali sono gli obiettivi di quadriennio?
 
"Portare avanti il lavoro nelle Commissioni con impegno. La collaborazione c'è. Personalmente ho un carattere che si trova a suo agio con le persone e con questo clima propositivo le prospettive sono delle migliori. Gli obiettivi non sono personali ma collettivi per  far crescere la Federazione. Questi sono i canali di lavoro principali, ma poi tante cose avverranno strada facendo. Ad esempio sono stato coinvolto nella Commissione Covid ed ho portato il mio contributo".

 

Precedenti interviste:

 

a cura di Pietro Illarietti 

PARTNER UFFICIALI FISO