notizie internazionali
16/09/2022
RICORRENZE: I 40 ANNI DELLA POLISPORTIVA PUNTO NORD
Nazionale

(Domenica 18 settembre a Giussano si festeggia il 40° compleanno della PPN).

MILANO: Un nuovo compleanno nella grande famiglia sportiva FISO: la Polisportiva PUNTO NORD (MB) compie 40 anni. Nasceva infatti a Monza - San Biagio il 10/3/1982, a cura di un pool di amici appassionati di corsa e atletica. Ricordiamo che in FISO la Polisportiva PUNTO NORD è la 4^ società Lombarda per anzianità (codice 0167) dietro il Monza OK (0055), Unione Lombarda (0158) e Besanese (0165).

Vorremmo condividere alcuni dei momenti lieti della vita associativa PPN, attraverso la voce di alcuni Soci, a partire da uno di quel pool di fondatori: Amelio Titoli.

40 anni di storia sono tanti...

Sì, una cosa speciale. Quasi metà della mia vita, con Nadia sempre accanto e i figli che vi diventavano adulti, nella Polisportiva ho passato la mia gioventù, maturità, senilità. Incredibile la serie di eventi ed emozioni vissute in tanti anni: persone, amici, incontri, località, fatti, incarichi, ricordi.

Abitavo a Monza da circa un anno quando, a fine 1981, chiesi al parroco di San Biagio di poter organizzare, in oratorio, un gruppo sportivo di atletica leggera; lui mi fece incontrare alcuni giovani e così con Pierangelo Montrasio, Carlo Fumagalli, Giacomo Racioppi, Maurizio Ballabio, Isabella Monguzzi, Paolo Pacchetti, Mario Milva, cominciò la nostra storia. Registriamo la società in F.I.D.A.L. nel Marzo '82 come 'Polisportiva San Biagio'.

Qualche anno dopo scopriamo il fascino delle gare nei boschi e ci registriamo anche in F.I.S.O. Nel 1991 l’emozione e l'orgoglio per la realizzazione della prima cartina e l’organizzazione del primo Ori-Trofeo "Città di Monza". Nel '95 si decide di cambiare nome e diventiamo “Polisportiva Punto Nord”. Nel 1996 ai Campionati Italiani di Gallio (VI) i soci Arosio, Mandelli, Manzoni ottengono la medaglia di bronzo in staffetta H35; l’anno dopo, a Roma, la PPN conquista il 3° posto nella classifica di società del Trofeo Nazionale "Centri Storici". Furono i primi importanti successi e li ricordo ancora con grande emozione. Così come ricorderò sempre con emozione ed affetto gli amici che prima di noi hanno raggiunto il traguardo che la vita gli riservava: Giovanni, Ambrogio, Lucia, Alberto, Riccardo … Paola.

Alla guida della PPN si sono succeduti negli anni Pierangelo Montrasio, Nicola Titoli, Amelio Titoli, Eugenio Pessina e Giorgio Gatti ed ognuno s'è impegnato al massimo perché oggi si possa festeggiare questa bella ed importante realtà.

Un invito a tutti, soprattutto ai giovani, affinché questo nostro anniversario sia bello e gioioso, così come il titolo di un film di quarant’anni fa: "I nostri primi 40 anni". 

Ora un altro dei past-President e ancora valido Agonista M-60: Eugenio Pessina.

Eugenio, tra i tanti, hai un ricordo particolare che vuoi condividere?

Emozioni e ricordi a non finire in tutti questi anni di socio PPN. Sì, ce n'è uno in particolare cui sono molto affezionato; sia per la 'novità' che per i 'numeri': la realizzazione della prima cartina del Centro Storico di Milano. Era la primavera del 2002 quando il consiglio Direttivo PPN mi incaricava come Responsabile del progetto. Subito mi misi all’opera iniziando a cercare fra le cartine stradali, quella che più si prestasse a garantire i migliori dettagli. Formo un gruppo di Soci volontari per i rilievi sul campo, predisponendo per ognuno spicchi di cartina di circa 1 Kmq da rilevare. I valorosi rilevatori di allora oltre al sottoscritto erano stati: Riccardo Brambilla e Paola Della Torre, Angelo Bozzola, Amelio e Michela Titoli, Attilio Zappon che, armati di mine colorate e carta lucida da sovrapporre alla carta base, nonostante qualche difficoltà iniziale, completavano comunque il compito nei tempi previsti. La trasposizione su PC era stata affidata ad Angelo che man mano consegnava le parti di cartina completate che gli altri controllavano sul campo. Si arrivava così all'Aprile 2003 con la cartina denominata Milano Mure Spagnole con marchio FISO "C-S 0375" omologata da Stefano Zonato, che sarebbe servita per tante gare regionali e Nazionali (ricordo: 1° Trofeo "Città di Milano" e 5^ Prova del Trofeo Nazionale Centri Storici nel Giugno 2003 con una partecipazione di circa 250 atleti; tappa di Milano del circuito internazionale Exp-Ori nel 2015). A riguardarla mi emoziono ancora adesso.

Dopo due Presidenti, la testimonianza di un paio di giovani Elite; prima Anita Cozzi.

Anita, ti rendi conto di essere cresciuta in una famiglia fortunata, sportivamente parlando?

Sì, ovvio. Mamma Cristina è un 'esempio' in famiglia e con papà ci ha sempre incoraggiate e supportate. La PPN è stata la mia seconda società di Orienteering e nel 2023 saranno 10 anni! Ho tantissimi ricordi belli ed emozionanti, anche prima di entrare in Elite due anni fa. Le mie emozioni più vive sono ovviamente legate alle medaglie, in particolare le 3 conquistate ai Campionati Italiani. Tutte e 3 staffette (2 in bosco, 1 sprint relay). La più emozionante? quella del 2014 al Passo Vezzena (TN) in Cat. W-17 con Alessia ed Eleonora: la mia prima staffetta, a 14 anni.! È stata dura ma siamo riuscite a conquistare la medaglia di bronzo. L'altro bronzo, inaspettato, l'ho ottenuto nella Sprint Relay 2018 a Mezzano (TN) in Cat. Junior con Guglielmo e Diego. Incredibile! più che veloci siamo stati bravi a non fare errori. E infine il mitico Argento 2019 conquistato al Parco Sasso Simoncello (PU) sotto la grandine, in un bosco diventato acqua e fango, con Alessia e Caterina. Qui davvero è stata un'emozione unica, soprattutto per essere riuscita a conquistare la fiducia dalle mie grandi e forti compagne. Purtroppo noi PPN siamo un po' sparsi tra varie province Lombarde e risulta quindi difficile vederci spesso e preparare allenamenti di società. Proprio per questo cerchiamo di sfruttare al meglio i vari we di gara, per far gruppo e condividere scelte, dubbi, tecniche, cose belle ma anche delusioni. Sono quindi molto riconoscente alla PPN sia perché ho la possibilità di girare l'Italia e conoscere posti belli e nuovi ma soprattutto perché ormai siamo tutti amici e più ci si vede più ci si lega; ed è bellissimo. Da qualche tempo sono stata eletta nel Consiglio Direttivo e anche questa è un'altra occasione di crescita.

Dopo Anita Cozzi un'altra Elite e Nazionale: Caterina Dallera.

Caterina, sei arrivata in PPN 4 anni fa e ti sei inserita bene, pare...

Sì, uno dei ricordi più belli che ho con la PPN risale ai C.I. Sprint Relay dello scorso Maggio a Sanremo. In squadra eravamo io con Guglielmo Gualdana e Diego Maini. Non ci siamo classificati tra i primi  ma ognuno di noi ha dato il massimo e questo è l'importante. E' stato molto divertente ed emozionante condividere quella gara, vista anche la forte amicizia che ci unisce. Da quando sono in PPN inoltre ho conquistato i miei primi titoli ai C.I.: Sprint nel 2020 in W-20 e K-O in W-E quest'anno. 

Infine un commento del Presidente in carica Giorgio E. Gatti.

Giorgio, si direbbe che la gestione della PPN non ti pesi più di tanto: sei in gran forma.

Non esageriamo. Però hai ragione: grazie anche ai Soci del Direttivo, dirigere la PPN non è particolarmente gravoso. Sono entrato in questa Società 30 anni fa e negli ultimi 11 ho avuto l’onore di esserne il presidente. L'ho vista crescere sia come numeri che come competenza tecnica. 

Storicamente la nostra visione è quella di offrire con lo Sport una valida opportunità ai ragazzi e alle loro famiglie durante l’adolescenza; siamo orgogliosi che qualcuno dei nostri ragazzi sia arrivato/a a risultati importanti come ad esempio Caterina Dallera e Anastasia Trifilenkova. Abbiamo tanti progetti per il futuro ma innanzitutto ci preme recuperare quella socialità che abbiamo un po’ perso negli ultimi due anni. Questo è il nostro DNA che ci contraddistingue e che ci ha permesso di arrivare fino a questo importante anniversario e che ci condurrà ad altri durevoli successi.

 

in collaborazione con Mariano Maistrello e Amelio Titoli

Allegati

PARTNER UFFICIALI FISO