notizie internazionali
20/08/2021
#EYOC2021: MATTIA CORONA 4° NELLA LONG
Squadra Naz.

Buone notizie dalla Lituania dove sono iniziati oggi i Campionati Europei di Orienteering. Nella Long ottimo 4° posto in M16 per Mattia Corona. L'azzurro, tesserato per l'US Primiero, ha interpretato una bella gara chiudendo in 44':19". 

A vincere il ceco Dan Bolehovsky, in 39:59", davanti al danese  Hannese Mogensen, 40:10", e a Jan Strycek , [CZE]  41:42".

Per il trentino si è trattato di un'ottima performace su un terreno non ideale per gli azzurri, molto mosso in cui era importante saper usare la bussola. 

GLI ALTRI AZZURRI:  Nella W16 la miglior azzurra Giulia Gobber, 41^ in 48':50",  Elis Angeli, 50^ (1h:02':04"), Nastja Ferluga, 52^ (1h:03':07"), 54^ Alessia Rigoni (1h:03':48). A vincere la finlandese  Silva Kemppi in 35':25".

Lontani in M18 con il 55° posto di Goran Polojaz in 1h:05':29". 87° Francesco Ognibene, che ha chiuso in 1h:34':39". 57° Marco Anselmo Di Stefano, in 1h:06':31". A vincere in 45':23" Aarni Ronkainen, finlandese. 

Tra le donne W18 in gara Iris Aurora Pecorari che ha chiuso fuori delle zone alte della graduatoria con il tempo di 1h:14:59" in 67^ posizione. Il miglior tempo, 42':32" è della finlandese Salla Isoherranen.

 

Emilano Corona tecnico che con Lucia Curzio guida il gruppo: "Il bosco era tecnicamente molto bello e fisicamente impegnativo, con continui saliscendi e un po di palude nel finale. C'era da usare molto la bussola ed essere precisi nelle zone più piatte, cosa a cui noi siamo poco abituati ed allenati. Anche la vegetazione a tratti fitta limitava la visibilità e anche su questo dobbiamo ancora lavorare. In generale molti dei nostri ragazzi sono alla prima esperienza internazionale e l'agitazione si è  fatta sentire. Molto bene Mattia Corona, come avete visto, che ha corso con intelligenza, rallentando dove serviva e riprendendo subito il ritmo dopo un errore che lo avrebbe potuto condizionare. In gara per un breve tratto ha trovato anche la giusta compagnia, cosa che gli ha dato il giusto ritmo quando poi è rimasto da solo. Le ragazze  hanno sbagliato molto, peccato perché nelle gambe possono avere altri tempi e risultati. Domani gara a Staffetta sullo stesso terreno, anche se probabilmente si userà di più la zona paludosa e quella ripida vicino al fiume Neris. Meteo variabile con aria fresca e qualche goccia di pioggia".

 

CLASSIFICA M16:  

1 Bolehovsky Dan [CZE] 39:59   
2 Mogensen Hannes [DEN]    40:10  
3 Strycek Jan [CZE]  41:42
4 Corona Mattia [ITA]  44:19   

33° Paride Gaio 55:36

39° Pietro Sergas 56:36 

 

P.I.

PARTNER UFFICIALI FISO