notizie internazionali
10/11/2021
TRAIL-O: ROMA HA CHIUSO LA STAGIONE
Squadra Naz.

ROMA: Domenica si è concluso il doppio appuntamento romano del TrailO: sabato pomeriggio si sono svolti i Campionati Italiani nella specialità TempO nel parco e quartiere di Spinaceto a sud di Roma, mentre domenica l’ultima prova di Coppa Italia PreO nello storico e spettacolare Parco degli Acquedotti, un gioiello archeologico e naturalistico incastonato tra la ferrovia Roma-Napoli e il quartiere Appio-Tuscolano. Entrambe le competizioni erano valide per il World Ranking della disciplina.

 Lo staff organizzativo dell’ASD Orsa Maggiore, capitanati da Daniele Guardini e tutti i concorrenti, hanno potuto godere di condizioni climatiche quasi ideali, con i 30 stranieri, da 12 paesi d’Europa, che domenica si sono ritrovati in una delle proverbiali ‘novembrate’ romane (registrati oltre 20° gradi di temperatura). Un parterre de roy in tutti i sensi, con i numeri 2 e 4 del World Rank in griglia di partenza (Pinja e Lauri Makinen, finlandesi) e ben 5 della top10.

Venendo alla cronaca di gara, sui tracciati predisposti da Remo Madella e controllati da Dario Citterico, sabato brilla ancora la stella di Marcello Lambertini (Polisportiva G.Masi), che con una condotta di gara perfetta (0 errori sui 35 quesiti nelle 7 stazioni a tempo), liquida in 135” la pratica del titolo italiano e vince quindi anche la sua prima competizione WRE, dopo il podio in Slovacchia nella stessa specialità. Dopo di lui, a 178” conquista l’argento Simone Frascaroli (junior della Polisportiva G.Masi) al primo podio internazionale nella Open Elite, con 3” di distacco sullo slovacco ex campione del mondo Jan Furucz (Farmaceut Bratislava). Terzo assoluto tra gli italiani, ottavo nella generale, è quindi un altro ex campione del mondo, il “nostro” Michele Cera (Erebus Vicenza) che chiude in 261”. Per la classifica di Coppa Italia, tra i Paralimpici, la vittoria va a Maria Bertilla Pajaro (Padova Orienteering), su Nicola Galvan (Asiago 7 Comuni) e Piergiorgio Zancanaro (Padova Orienteering).

Passando alla domenica, cambio di specialità con un tracciato PreO di 23 punti, che vede moltissimi concorrenti concludere con un percorso netto: sono quindi i punti a tempo a fare la differenza, ma concedono comunque ben due pari-merito nella Open Elite. Così, nel giorno del suo compleanno, Davide Martignago si regala un altro motivo per festeggiare e vince la gara, in virtù dei suoi 18” sui 2 punti a tempo, seppure debba dividere il primo gradino del podio con il lituano Robertas Stankevic. Passando quindi al terzo, pardon, ai terzi classificati, ecco di nuovo Marcello Lambertini (21” il suo tempo) con un altro brillante podio internazionale, stavolta in coabitazione con Simon Mizur (Slovacchia). Quinto classificato e terzo italiano, Alessio Tenani (Pol. Masi) in virtù dei 24” sui punti a tempo. Tra i paralimpici, due ottime gare di Nicola Galvan e Piergiorgio Zancanaro (primi con un solo errore, 22 punti e rispettivamente 216” e 366” di tempo), terzo posto per Fabio Bortolami (Padova Orienteering) con 18 punti.

La Nazionale, che qui si ritrovava per un collegiale iniziato con un allenamento tecnico sabato mattina alla Garbatella, sfrutta quindi appieno il “fattore casa” e conquista 2 vittorie e ben 4 podi nella due giorni in Open Elite, per la soddisfazione del Presidente Sergio Anesi intervenuto domenica alle premiazioni insieme al Presidente del CIP Lazio Marco Iannuzzi, che si è dimostrato entusiasta della disciplina del TrailO.

Lasciamo il commento tecnico al coach Alessio Tenani: “Abbiamo chiuso la stagione benissimo, sono molto soddisfatto: oltre alle due vittorie abbiamo piazzato tanti atleti nelle posizioni alte della classifica e tutti abbiamo migliorato il punteggio nel ranking mondiale: era esattamente l'obiettivo di quest'anno e centrarlo in pieno fa piacere. I risultati dei giovani confermano anche che la nazionale si può considerare ufficialmente allargata ed il gruppo attuale è competitivo su più fronti: continueremo a lavorare per i prossimi obiettivi internazionali”.

A completare la manifestazione nel weekend, due gare di contorno di Corsa Orientamento: da segnalare le vittorie in entrambi i giorni dell’idolo di casa Francesco Mariani sul percorso NERO e Pinja Makinen sul ROSSO; domenica è stato predisposto anche un percorso ESORDIENTI completamente accessibile, su cui si sono cimentati tutti gli atleti paralimpici della Nazionale. Sabato mattina, invece,  il via alla due giorni con l’evento promozionale “Auguri Spinaceto”, per celebrare i 50 anni del quartiere con delle attività di orienteering aperte a tutti. Insomma, un weekend particolarmente intenso per gli organizzatori, impegnati a lavorare sia sull’agonismo che sulla promozione.

Sito per classifiche, soluzioni e mappe

inserito da p.i.

PARTNER UFFICIALI FISO