notizie internazionali
10/05/2019
DINI: BILANCIO OTTIMO, NUOVI PROGETTI GIA' IN VISTA
Nazionale

(Massimo Bianchi e Matteo Dini, rispettivamente guide di IKPrato e Picchio Verde ASD).

CARPEGNA: "Abbiamo vissuto un grande week end di sport dove abbiamo dato il massimo, nonostante l'inclemenza del meteo, e dove credo siamo riusciti a lasciare un buon ricordo del nostro movimento". Così Matteo Dini, presidente di Picchio Verde ASD, a pochi giorni dall'evento che ha visto al via oltre 600 atleti per ogni giornata di gara a Carpegna. L'evento ha visto anche un prologo, il venerdì sera a Pennabilli, nel centro cittadino.

"In effetti la ricaduta sul territorio è stata importante - aggiunde Dini - se pensiamo che oltre agli atleti vi erano pure gli accompagnatori e i famigliari al seguito. Insomma Carpegna, Pennabilli e il Montefeltro in genere hanno avuto una pacifica invasione di turisti che è iniziata già durante la settimana".

Il territorio ha risposto in modo esemplare. "Ho trovato la collaborazione degli Enti e delle associazioni di categoria. Pian piano ci stiamo facendo conoscere ed il lavoro viene premiato. Anche dal punto di vista tecnico sono arrivati ottimi feedback. L'area scelta è piaciuta molto e per questo ringrazio i tecnici che ci hanno supportato".

L'ASD Picchio Verde si conferma faro sempre più luminoso per il Centro Italia orientistico. "Cerchiamo di allargare il nostro raggio d'azione attraverso delle collaborazioni. Come è noto da sempre lavoriamo con IKPrato. Pur rimanendo 2 entità distinte cooperiamo in modo sinergico e complementare".

Dini ha inoltre una cura particolare per la crescita del movimento. "Credo che l'attività scolastica sia una buona base e il nostro sodalizio conta su una sessantina di tesserati di cui 15 che costituiscono il nucleo portante. In occasione degli eventi studenteschi poi raccogliamo sempre nuove adesioni. In tal senso vorremmo estendere la nostra collaborazione al Lazio per potenziare il lavoro sul Centro Italia. Anche il progetto Regioni capeggiato da Emiliano Corona è una buona soluzione per gli agonisti. Noi stiamo cercando di far crescere i nostri giovani, sia come tecnici che come atleti. Per questa ragione abbiamo partecipato ai camp organizzati in Friuli da Clizia Zambiasi".

A proposito di camp, Dini ripropone un concetto per il territorio. "Questi boschi sono ottimi per camp d'allenamento di vario tipo. Sarà un caso ma le nostre pagine social hanno avuto un picco di like da parte degli scandinavi". 

Sono già pronte nuove idee per il futuro. "Stiamo valutando delle soluzioni interessanti per questo territorio. Attualmente, dopo un po' di riposo, stiamo pensando all'edizione 2020 del Toscana Orienteering Classic".

LA GARA DELLA DOMENICA

LA PROVA DI SABATO

LA PREVIEW

IL VIDEO PROMO

LA CONFERENZA STAMPA

 

Pietro Illarietti

PARTNER UFFICIALI FISO