notizie internazionali
28/06/2017
WOC2017: ANNA CAGLIO, UN PRIMO PASSO IMPORTANTE
Nazionale

(Anna Caglio in azione nelle Marche ad inizio stagione).

BESANA BRIANZA (MB): Anna Caglio è, come Irene Pozzebon figlia del lavoro di promozione di Anna Riva e Ivano Benini alla Polisportiva Besanese. Classe 1994, frequenta l'Università Bicocca di Milano. Da anni è impegnata sui campi gara e quella dei WOC2017 rappresenta per lei la prima grande rassegna internazionale in Elite. Poco avvezza a rilasciare interviste si è però subito rivelata brillante e spigliata nelle risposte.

Sin qui la stagione è andata come ti aspettavi?

Il 2017 per me è iniziato con una motivazione e una voglia di fare decisamente più vivaci rispetto allo scorso anno, ma senza particolari aspettative, se non quella di cercare di lavorare serenamente per rendere più solide le basi della mia preparazione tecnica e mentale. In quest'ottica sono stata davvero contenta di aver potuto partecipare ai vari raduni collegiali e assoluti. Sono state ottime occasioni di allenamenti tecnici insieme ad atleti molto più bravi ed esperti di me, da cui potrei imparare tanto.

Arrivi ai WOC2017 con la forma che volevi?
Arrivo all'evento dei WOC2017 un po' a sorpresa. Diciamo che non faceva parte dei miei obiettivi "realizzabili" di inizio stagione. Dopo aver avuto alti e bassi nei risultati, questa convocazione è sicuramente di grande stimolo. So bene che c'è ancora tantissimo su cui lavorare, e non vedo l'ora di cominciare.
Dal punto di vista della preparazione fisica, penso di aver mantenuto la buona condizione raggiunta questa primavera, a seguito di un buon periodo di allenamenti che fortunatamente non è stato interrotto da grossi infortuni.

In quali distanze ti vedremo impegnata?
Inizierò venerdì con la Qualificazione Sprint, specialità sulla quale avrei voluto arrivare un più preparata, ma che cercherò comunque di affrontare l'impegno al meglio delle mie possibilità. Il giovedì successivo ci sarà la gara Middle, per la quale potrò ancora sfuttare Model Event e gli allenamenti previsti per familiarizzare con morfologia e vegetazione del bosco estone.

I tuoi Woc saranno un successo se...?
Partecipare a questo evento, comunque vada, sarà sicuramente un'esperienza preziosa. Se poi riuscirò a viverla al meglio trovando un equilibrio ottimale tra la serietà con cui affrontare competizioni di altissimo livello e il divertimento di fare Orienteering, allora sarò ancora più soddisfatta.
 

 

Pietro Illarietti

PARTNER UFFICIALI FISO