notizie internazionali
25/01/2019
VENETO: TONA GUIDA UNA REGIONE IN SALUTE
Nazionale

(Mauro Tona, numero uno del Veneto).

TARZO (TV): Mauro Tona, Presidente di FISO Veneto, è una persona estremamente pacata e riflessiva. Da 3 anni guida una delle regioni con più tesserati d’Italia, forte delle 28 società affiliate, prevalentemente nelle province di Treviso e Vicenza. Nato nel 1951 Tona nella vita è ingegnere e guida uno studio di progettazione, Mastergroup. Da uomo di sport qual'è, si è messo a disposizione del movimento.

E’ la persona che ci aiuta a scattare la corretta fotografia dell’Orienteering nella regione che si estende dalle Dolomiti al Mar Adriatico.

Presidente qual è lo stato di salute dell’attività in Veneto?

Va abbastanza bene, c’è voglia di fare e nel Comitato ci sono ragazzi che mettono molto impegno. Ci sono energie da spendere.

Si potrebbe fare anche di più?

Abbiamo ambizioni e si vorrebbe crescere in qualità e quantità. Le risorse umane sono limitate dal punto di vista numerico. Ci basiamo sul volontariato e sul dopolavoro, difficile fare di più con questa struttura.

Siete però sempre attivi..

Esatto. Ad esempio quest’anno siamo partiti delle iniziative con le squadre agonistiche:

  • Abbiamo organizzato il raduno veneto in Norvegia. Un’esperienza gestita dai giovani del Comitato con il nostro coordinamento. Hanno portato dentro gente nuova e quest’anno ripeteremo l’iniziativa.
  • Anche l’Alpe Adria è una bella esperienza che ci permette di coinvolgere altri ragazzi.
  • Abbiamo introdotto la Coppa Veneto con un meccanismo ideato da Brenno Pastò. Premiamo 6 società con differenti coefficiente. In questo modo non vincono sempre i soliti. I primi ottengono dei buoni da spendere nelle trasferte di Fiso Veneto.

E per i giovanissimi?

"Rimaneva un vuoto da colmare nelle categorie giovanili che sono poco supportate. Vorremmo sfruttare le risorse CONI per il relativo Trofeo, evento annuale che fornisce grosse possibilità. Negli ultimi anni solo Fonzaso ha sfruttato al meglio l' opportunità di essere presente con una rappresentativa. Va reso onore a loro. Da quest’anno potremo allestire un raduno veneto dei ragazzini all’interno di questa iniziativa. È una bella esperienza con un costo decisamente contenuto. Anche i genitori in questo modo sono coinvolti partecipano all’attività. Un meccanismo che genera virtuosismo".

"Abbiamo poi incentivato la partecipazione nelle scuole. Faccio l’esempio dell’ASD Orienteering Tarzo che ha sviluppato molta attività e raccoglie sempre più tesserati che sono le nuove leve del nostro sport. Iniziative promozionali sono state attivate in provincia di Padova e Rovigo, intervenendo in località dove eravamo poco presenti. Vicenza è tradizionalmente attiva su questo fronte e Verona sarà una sfida per il 2019". 

Quali eventi avete in programma in regione?

"Ogni anno diamo vita a gare nazionali, nel 2019 2, e internazionali con la 5 Days. Non dimenticherei il Trail O con 3 appuntamenti nazionali (Martellago, Venezia, Padova Grantorto e San Zeno di Treviso). Le gare di campionato veneto sono parecchie e i tour promozionali come tour vicentino, trevigiano e veneziano godono di buona partecipazione. Formule facili che non presentano rigidità di orario e iscrizione. Per la promozione della disciplina sono efficaci. Un bel modo per dare possibilità alle società di svilupparsi.Voglio  aggiungere un dettaglio. Finalmente abbiamo una società anche a Rovigo (storicamente difficile) e nei Colli Euganei".

A livello di atleti come crescete?

"Abbiamo qualche promessa. Primiero è la società di riferimento nazionale, ma noi abbiamo alcuni ragazzi nel Tarzo e nel Galilei che crescono bene, senza dimenticare il PWT, Erebus, Ori Dolomiti e Fonzaso. I giovani hanno capito che per fare risultato si deve muovere non solo la testa ma anche le gambe.

È in piena sintonia con il Commissario Straordinario Sergio Anesi su questo punto…

"Direi di sì. Lui ha fatto una bellissima analisi sull’ultimo numero di Azimut di quello che è lo stato del movimento.  Spero che possa rimanere ancora".

I suoi predecessori, Mauro Gazzerro e Tiziano Zanetello sono diventati presidenti nazionali FISO, ci ha mai pensato?

"In effetti non ci avevo mai pensato. Comunque non ci sono le condizioni, io lavoro per aprire la strada ai giovani". 

Buon lavoro al Comitato Veneto.

CONSIGLIO

Mauro Tona Presidente
Cristian Bellotto Consigliere quota tecnici – Vicepresidente – Referente squadra, formazione
Silvano Bernardi Consigliere quota dirigenti – Segretario – Rapporti Scuola
Edoardo Tona Consigliere quota dirigenti – Referente impianti, calendario, delegati tecnici
Silvia Minella Consigliere quota dirigenti
Eugenio Trevisan Consigliere quota dirigenti – Referente promozione
Diego Milani Consigliere quota dirigenti – Tesoriere
Alvise Rumor Consigliere quota atleti – Referente trasferte
Brenno Pastò Consigliere quota atleti

ARTICOLI CORRELATI PRECEDENTI:

LA LOMBARDIA

A cura di Pietro Illarietti

PARTNER UFFICIALI FISO