notizie internazionali
08/10/2022
MTB-O TRICOLORI SPRINT: IRIS PECORARI E FABIANO BETTEGA CAMPIONI ITALIANI
Nazionale

MANIAGO (PN): Si è disputata oggi a Maniago la prova Sprint che ha assegnato il titolo italiano di Mtb Orienteering. Fabiano Bettega (GS Pavione in 21’:20”) e Iris Pecorari (Sempierdo Maniago) hanno ottenuto il loro titolo al termine di una gara combattuta che ha visto salire sul podio anche il trentino Luca Dallavalle (Gronlait 21:39”) e veneto Riccardo Rossetto (23’:56” Misquilenses), tra i maschi, mentre al femminile le lombarde Laura Scaravonati (30’:29” GS Pavione) e Chiara Magni (36’:16”Nervana Verde).

Tra i giovani in M20 vince Matteo Traversi Montani (Orienteering Pinè) che batte il fratello Michele e Stefano Martinatti (Orienteering Pinè). Tra i più giovani, M17 sfreccia Rado Kalc 20.56 (Gaja – Sez Orientamento) che precede Michael Wild (21’:33” Haunold Or Team) e Francesco Zuliani (23’:06”) Semiperdo Orienteering Maniago.

Subito le parole dei protagonisti di oggi: 

“Una grande soddisfazione – afferma la neo tricolore e beniamina locale Pecorari, 18 anni goriziana – in una gara che vedeva al via la campionessa del mondo Sprint, Henna Saarinen (25’:23” prima, ma non competeva per il titolo italiano). Ho accusato un distacco inferiore al minuto e questo è un dettaglio per me importante. Ho corso con grinta ed ero curiosa di mettermi alla prova su un terreno che le si addiceva maggiormente”.

La gara: “Una prima parte veloce ed una seconda più complicata in cui la velocità scendeva. Credo di aver perso del tempo in una scelta lunga, ma resta per me un ottimo personale”. 

La campionessa del mondo svela i motivi della sua presenza. “Ho scelto di venire in Italia a gareggiare abbinando la vacanza. In questo periodo sono in Germania dove c’è il mio compagno. Da lì abbiamo scelto di scendere sin qui, sapendo che avremmo trovato buone mappe e clima favorevole”. Sulla rivale italiana: “Pecorari è un grande talento, credo stia facendo molto bene e le auguro una bella carriera”.

Il vincitore Bettega, che in questa stagione sembra essersi avviato al ruolo di numero uno a livello nazionale: “Non so se sono il leader, perché Luca Dallavalle è sempre monumentale. Lui è un riferimento e credo che già dal prossimo anno tornerà ai suoi livelli, così come Riccardo Rossetto con cui possiamo formare una grande Staffetta a livello internazionale”. Sulla Sprint: “Ero il favorito e non è facile mantenere fede al pronostico, ma ho corso bene, senza sbagliare”.  

Rammarico per Luca Dallavalle “Quest’anno non sono mai stato ai miei livelli – le parole del campione trentino – se non alla Staffetta in Coppa del Mondo. Ho commesso 2 errori importanti. Un 2022 in cui c’è sempre stato qualche problema”.

Un errore iniziale pure per Riccardo Rossetto che ne ha condizionato il resto della prova. La Sprint non perdona. 

La prova si è svolta nel territorio di Maniago, città famosa per la produzione di lame, forbici, coltelli, cavatappi e mosaici. Preziose le testimonianze racchiuse nel Museo del Coltello, che racconta una storia bella, dura e profonda. Un know how sviluppatosi nel corso di centinaia di anni grazie alla presenza di acqua che ha garantito il processo industriale. Oggi il settore vede la sua continuazione nel distretto industriale del coltello che impiega 1.800 addetti distribuiti in 200 aziende. 

Un prodotto di eccellenza del Made in Italy che ha dato vita al marchio QM (Qualità Maniago) con acciai speciali e materiali ad alta resa. Lo sviluppo tecnologico ha reso così realtà l’industria di tipo 4.0, ben lontana da quei processi produttivi raccontati nel museo che incidevano anche sulla salute degli artigiani dell’epoca. 

Si chiude così la giornata che ha visto l’ASD Semiperdo di Maniago impegnata a livello organizzativo e che ha coinvolto circa 30 volontari. Importante anche il supporto della locale Protezione Civile e del Comune che hanno garantito la sicurezza dei concorrenti con la chiusura al traffico di alcune vie.

“Grazie a chi ci ha dato fiducia – le parole di Clizia Zambiasi, tracciatrice, organizzatrice e presidente FISO FVG – il mio obiettivo è quello di farvi divertire e speriamo di esserci riusciti. Grazie agli amici italiani e stranieri (presenti sloveni, austriaci e finlandesi). Oggi pensavo questa fosse la mia ultima gara come organizzatrice, ma appena finito di ritirare i punti dal percorso pensavo già al 2023. Da sola non posso fare nulla, quindi conto sull’aiuto di tutti”

Adriano Bettega, responsabile del settore Mtb-O Fiso. “Faccio i complimenti a chi ha organizzato, voglio sottolineare l’impegno profuso. Abbiamo trovato un campo gara perfetto con i terreni falciati”.

Mauro Nardi e Giovanna De Masellis, presidente Semiperdo ASD: “C’è tanta fatica dietro ad un appuntamento del genere, ma quando arrivano i risultati e ottieni l’obiettivo, allora è una soddisfazione”.

Si è gareggiato in una bellissima giornata di sole con temperature di 24 °.

Domani ci si sposta a Splimbergo per la Midde Distance con arrivo in centro storico. 

 

CLASSIFICA: 

 

1 - Bettega Fabiano 21.20 G.S. PAVIONE

2 - Dallavalle Luca  22.39 GRONLAIT OR. TEAM

3 - Rossetto Riccardo 23.56 A.S.D MISQUILENSES OR.

4 - Koffler Georg 00.23.57 Naturfreunde Villach Orienteering

5 - Osti Dante 00.24.18 PANDA OR. VALS.

6 - Turra Piero 00.24.34 G.S. PAVIONE

 

WOMEN ELITE:

1 - Saarinen Henna 00.25.23 Koovee

2 - Pecorari Iris Aurora 00.26.23 SEMIPERDO OR. MANIAGO

3 - Scaravonati Laura 00.30.29 G.S. PAVIONE

4 - Magni Chiara 00.36.16 NIRVANA VERDE

5 - Simoni Francesca 00.42.41 PANDA OR. VALS

 

Da Maniago, Pietro Illarietti

PARTNER UFFICIALI FISO