notizie internazionali
17/07/2020
INVITO PUBBLICO A MANIFESTARE INTERESSE PER IL RUOLO DI PROCURATORE FEDERALE
Nazionale

INVITO PUBBLICO A MANIFESTARE INTERESSE PER IL RUOLO DI PROCURATORE FEDERALE

Il Consiglio Federale, su proposta del Presidente, procederà a nominare il PROCURATORE FEDERALE tra quanti avranno inviato tempestivamente manifestazione di interesse ai sensi del presente Invito pubblico, previa dichiarazione di idoneità alla nomina conseguente alla positiva valutazione di specifica competenza nell’ambito dell’ordinamento sportivo da parte della Commissione Federale di Garanzia.

Pertanto, sono invitati a manifestare il proprio interesse coloro che, in possesso dei requisiti previsti, intendono presentare la propria candidatura nella procedura di selezione di PROCURATORE FEDERALE, come di seguito specificata.

Posizioni da ricoprire: n.2 (due) di cui un PROCURATORE FEDERALE e un PROCURATORE AGGIUNTO

Requisiti: all’art.90.1 del Regolamento Giustizia e art. 26, co.2 del Codice di Giustizia Sportiva sono indicati i requisiti qui di seguito riportati:

“Possono essere dichiarati idonei alla nomina di PROCURATORE FEDERALE coloro che, in possesso di specifica competenza nell’ambito dell’ordinamento sportivo, siano inclusi in una delle seguenti categorie:

  • professori e ricercatori universitari di ruolo, anche a riposo, in materie giuridiche;
  • magistrati, anche a riposo, delle giurisdizioni ordinaria, amministrativa, contabile o militare;
  • avvocati dello Stato, anche a riposo;
  • notai;
  • avvocati iscritti da almeno cinque anni negli albi dei relativi consigli dell’ordine;
  • alti ufficiali delle Forze dell’ordine;
  • Dirigenti generali della Pubblica Amministrazione, anche a riposo.

 Impedimenti alla nomina: in base all’art.29.6 e 29.8 dello Statuto FISO e all’art. 50.6 e 50.8 del Regolamento Giustizia non possono essere nominati Procuratori Federali coloro che:

  • hanno rapporti di lavoro subordinato o continuativi di consulenza o di prestazione d’opera retribuita;
  • hanno altri rapporti di natura patrimoniale o associativa con la Federazione o con i Tesserati, gli Affiliati e gli altri soggetti sottoposti alla sua giurisdizione;
  • hanno rapporti di coniugio, parentela o affinità fino al terzo grado con i componenti del Consiglio Federale;
  • rivestono la carica di Componente di Organo di Giustizia presso il CONI o di Componente della Procura Generale dello Sport o di Componente di Organo di Giustizia o di Procuratore preso più di un’altra Federazione.

MODALITA’ PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA

Le domande di partecipazione, indirizzate alla Segreteria degli Organi di Giustizia presso la Federazione Italiana Sport Orientamento dovranno esser corredate, a pena di esclusione:

· dal curriculum vitae del candidato attestante i requisiti specificamente richiesti per la posizione, debitamente sottoscritto;

· dai titoli posseduti (incarichi ricoperti, esperienza professionale maturata, attività didattica svolta, pubblicazioni scientifiche, ecc.), che siano idonei a comprovare la specifica competenza in materia di ordinamento sportivo.

Le domande di partecipazione, indirizzate alla Segreteria degli Organi di Giustizia presso la Federazione Italiana Sport Orientamento dovranno indicare, a pena di esclusione, il ruolo (componente Giudice Sportivo Nazionale, Tribunale Federale; Corte d’Appello; Procuratore Federale) per il quale si manifesta l’interesse.

Le domande di partecipazione dovranno essere trasmesse, a pena di esclusione, entro e non oltre le ore 12.00 di martedì 15 Settembre 2020 esclusivamente a mezzo posta elettronica certificata al seguente indirizzo PEC: giustizia@pec.fiso.it.

Non saranno valutate le candidature pervenute oltre il termine presentazione previsto dal presente bando e non sarà, altresì, valutata la documentazione prodotta dopo la scadenza del suddetto. I soggetti interessati dovranno dichiarare sotto la propria responsabilità il possesso dei requisiti e dei titoli professionali, scientifici e didattici volti a comprovare la specifica competenza in materia di ordinamento sportivo il cui possesso potrà essere dimostrato anche mediante dichiarazioni sostitutive di certificazioni o dell’atto di notorietà, ai sensi del decreto del Presidente della Repubblica n. 445/2000, fermo restando che le dichiarazioni mendaci sono punite ai sensi del codice penale e delle leggi speciali vigenti in materia. Il possesso dei requisiti e dei titoli deve sussistere alla data di scadenza.

Gli uffici e/o organi della Federazione si riservano la facoltà di procedere ad idonei controlli sulla veridicità di tutte le dichiarazioni sostitutive anzidette. La selezione non costituisce procedura comparativa.

Il presente invito a manifestare interesse è pubblicato sul sito web istituzionale della Federazione Italiana Sport Orientamento e inviato per mail alle società per consentirne la massima diffusione.

Inserito dalla Segreteria Generale

PARTNER UFFICIALI FISO