notizie internazionali
07/08/2022
EOC2022: MAMLEEV, BUONA L'ESPERIENZA, NON I RISULTATI
Squadra Naz.

Il terreno duro e difficile dell'Estonia aveva già creato emozioni nelle distanze Long e Middle, nei giorni precedenti, e le Staffette non hanno fatto eccezione. Le donne svedesi hanno vinto con un enorme margine e gli uomini norvegesi hanno difeso il loro oro EOC che non sfugge dal 2018.

Sono stati tantissimi gli errori visti nella foresta estone con una serie di capovolgimenti di fronte nella varie prove. 

Per le donne la risolve sempre Tove Alexandersson che si lascia alle spalle Tereza Janocikova (CZE 1) a più di cinque minuti al traguardo, vincendo così la staffetta EOC insieme a Lina Strand e Sara Hagström.

Per i norvegesi invece fondamentale la seconda frazione di Kasper Fosser.

ITALIANI: I maschi sono partiti bene con Francesco Mariani vicino ai migliori, meno di 2 minuti al cambio. "Poi siamo scesi - commenta il CT Mikhail Mamleev - (con Mattia Dertolis e Sebastian Inderst) fino al 14° posto tra le nazioni. In pratica lo stesso piazzamento dello scorso anno quando avevamo anche Scalet.  Va bene così, abbiamo avuto buoni segnali. Per le donne avevamo l'infortunio di Annarita Scalzotto che nei giorni scorsi ha preso un ramo in un muscolo. Abbiamo finito la gara con un ampio distacco. Annarita fortunatamente sta bene e credo che la settimana prossima tornerà ad allenarsi". 

Il bilancio finale: "Un Europeo che ha visto al via un team giovane e da cui non ci potevamo aspettare di più. Credo che siano maturati parecchio e che l'EOC2022 farà bene per il futuro. Ogni gara aveva la sua specificità, per durezza o per densità del bosco. Hanno affrontato bene le prove.  Non siamo contenti per il risultato, ma per i ragazzi un passo avanti".

Questa sera una visita in città e domani sera si rientra a Malpensa. 

Le staffette hanno concluso i Campionati Europei di Orienteering e quattro emozionanti giorni di gare, con terreni impegnativi.

L'EOC è servito anche come Round 2 della Coppa del Mondo, con Tove Alexandersson e Kasper Fosser ora in testa prima della finale della Coppa del Mondo a Davos, in Svizzera, dall'1 al 3 ottobre

CLASSIFICA:

1 Norway 1 1:46:44
Magne Daehli 36:39 2 +0:20 36:39 2
Kasper Harlem Fosser 34:18 1 1:10:57 1 -1
Eskil Kinneberg 35:47 6 +1:44 1:46:44 1 0

2 Sweden 3 1:48:15
Viktor Svensk 36:42 3 +0:23 36:42 3
Isac von Krusenstierna 35:25 2 +1:07 1:12:07 3 0
Max Peter Bejmer 36:08 7 +2:05 1:48:15 2 -1

3 Switzerland 1 1:48:25
Daniel Hubmann 37:56 17 +1:37 37:56 17
Florian Howald 35:26 3 +1:08 1:13:22 4 -13
Matthias Kyburz 35:03 4 +1:00 1:48:25 3 -1
 

DONNE:

1 Sweden 1 1:49:18
Lina Strand 38:48 4 +0:53 38:48 4
Sara Hagstrom 36:08 1 1:14:56 1 -3
Tove Alexandersson 34:22 1 1:49:18 1 0

2 Czechia 1 1:54:28
Vendula Horcickova 39:06 12 +1:11 39:06 12
Adela Finstrlova 36:50 2 +0:42 1:15:56 2 -10
Tereza Janosikova 38:32 11 +4:10 1:54:28 2 0

3 Norway 1 1:55:32
Ane Dyrkorn 41:54 18 +3:59 41:54 18
Marie Olaussen 39:03 5 +2:55 1:20:57 7 -11
Andrine Benjaminsen 34:35 2 +0:13 1:55:32 3 -4
 

P.I.

PARTNER UFFICIALI FISO