IL PROGETTO ORIENT

ORIENT è un progetto finanziato da Erasmus+ che mira a incoraggiare l'inclusione sociale e le pari opportunità nello sport.

Il progetto è un'iniziativa di sette organizzazioni di cinque diversi paesi europei (Italia, Repubblica Ceca, Lettonia, Slovenia e Spagna) attive nei settori dello sport e dei servizi sociali, a vari livelli.

Perché TrailO

Per promuovere l'obiettivo di pari opportunità di ORIENT, i partner organizzano le attività TrailO, come strumento educativo inclusivo in grado di coinvolgere persone disabili e abili nello stesso evento, con le stesse possibilità di vincere.

Il TrailO, o trail orienteering, è una delle quattro discipline legate allo sport dell'orienteering (corsa, mountain bike, sci). Si tratta di una disciplina che non prevede necessariamente il raggiungimento di punti di controllo posti sul terreno di gara, ma mira ad individuarli, mediante carta e bussola, in punti di osservazione opportunamente segnalati lungo percorsi facilmente accessibili. Da ogni punto di osservazione sono visibili una o più lanterne e i concorrenti devono decidere quale corrisponde al punto di controllo mostrato sulla loro mappa.

Con le sue attività e gare, TrailO ha un potenziale eccezionale e innumerevoli vantaggi. Migliora la capacità di interazione sociale di tutte le persone e quindi migliora il benessere, la fiducia e la vita sociale dei partecipanti.

Poiché le gare si svolgono all'aperto, non solo il TrailO migliora la salute, ma consente anche agli atleti, agonisti e dilettanti, di esprimere la propria valenza fisica, psichica, sociale, cognitiva, con un grande ritorno per la salute mentale.

All'aria aperta, le persone abili e disabili che praticano il trail orienteering esplorano nuove avventure, stimolano la loro fantasia, si impegnano in esperienze creative e vita sociale. L'avventura di TrailO cancella il gioco dalla ricerca eccessiva di prestazioni individuali e incoraggia la cooperazione.

TrailO è anche formativo: permette di sviluppare la percezione dello spazio, così come l'osservazione, la coordinazione, la concentrazione, la scelta, la cooperazione, la comprensione dei limiti, l'autonomia e l'indipendenza.

Consorzio

La composizione della partnership è strategica per raggiungere obiettivi multipli e per far conoscere i vantaggi di TrailO in tutta Europa. Insieme al capofila (FISO, Italia), ci sono altre due federazioni nazionali di orienteering (ČSOS in Repubblica Ceca e LOF in Lettonia), due associazioni del Terzo Settore (Fondazione Trinijove in Spagna e Progetti Sociali in Italia), una società sportiva (Trzin Orienteering Club in Slovenia) e un Ente Locale (Comune di Vasto (CH), in Italia).

Attività

In tre anni (2020-2022), i partner di ORIENT svilupperanno strumenti per facilitare l'organizzazione di eventi di base di TrailO che coinvolgono atleti abili e disabili. Parteciperanno a eventi e seminari di trail orienteering in tutta Europa, insieme a partner transnazionali che condivideranno la loro esperienza organizzativa e operativa.

Le attività del progetto prevedono:

1. Una raccolta di buone pratiche, a livello locale, nei paesi partner per progettare gare TrailO aperte ad atleti sia non disabili che disabili. Questa analisi identificherà le caratteristiche degli approcci descritti, le abilità specifiche che gli allenatori e gli operatori che lavorano con gli atleti di trail orienteering devono avere per allenare gli atleti e organizzare le gare.

2. Lo sviluppo di un modello operativo per la realizzazione degli interventi TrailO a partire da test realizzati sui territori dei partner. Questo modello si baserà sulle caratteristiche delle migliori pratiche individuate e sarà utilizzato per testare le competizioni di orienteering operative aperte nelle aree dei partner. Questa analisi porterà alla sperimentazione di piccole attività di formazione per allenatori, istruttori e tecnici.

3. La creazione di una rete di organizzazioni che si occupano di orienteering e di praticanti del settore sportivo, dalla scuola, dai servizi alle persone svantaggiate. La rete si occuperà dell'organizzazione delle attività di trail orienteering nei territori dei partner anche dopo il completamento del progetto. Al termine delle attività del progetto, grazie al coinvolgimento delle Federazioni Nazionali, i partner chiederanno la convalida di tutti gli strumenti sviluppati (ad es. pratiche, TIC Tecnologie per l’Informazione e la Comunicazione, guide) alla International Orienteering Federation (IOF). Tale riconoscimento ha lo scopo di facilitare l'organizzazione di eventi TrailO in tutti i paesi dell'UE e anche al di fuori dell'Europa.

4. Lo sviluppo un software specifico, completo e organico per gestire le gare Trail.O partendo dalle realtà gestionali di tutti i paesi partner.

Informazione

Per essere coinvolti nelle attività o saperne di più sul progetto, contattare i promotori o i partner del progetto, disponibili come antenne informative nazionali nel loro paese.

 

Progetto ORIENT  ORienteering for the Inclusion of disadvantagEd people iN sporT

ORIENT Project

orient@fiso.it

www.orient.fiso.it

LEAD PARTNER:

Italian Federation of Sport Orienteering (FISO) 
info@fiso.it   www.fiso.it

Czech Orienteering Federation (ČSOS)

orient@trailo.cz

www.orientacnisporty.cz/en 

Latvian Orienteering federation (LOF)

matiss.ratnieks@lof.lv

http://lof.lv

Progetti Sociali 
info@progettisociali.it

www.progettisociali.it

Fundacio Privada Trinijove

ediaz@trinijove.org

www.trinijove.org

Orientacijski Klub Trzin

info@oktrzin-klub.si

http://www.oktrzin-klub.si/

Vasto Municipality

www.comune.vasto.ch.it/

 

PARTNER UFFICIALI FISO