notizie internazionali
23/07/2022
WTOC2022: SI CHIUDE CON UN 4° POSTO DI LAMBERTINI, E IL 9° DI TENANI, IL MONDIALE POLACCO
Squadra Naz.

 

Jelenia Góra (POL): Anche nell'ultima giornata di WTOC2022 l'Italia riesce a conquistare il podio lungo Pre-O arrivato grazie al brillante quarto posto di Marcello Lambertini, a cui si somma il 9° di Alessio Tenani, ai Wtoc2022.

L'emiliano Lambertini  chiude così la sua prima avventura mondiale con tre premiazioni: dopo l'argento in Staffetta di mercoledì, il quinto posto nel TempO di giovedì e il legno di oggi.

 La doppia prova di Pre-O consisteva in un totale di 72 quesiti e 4 postazioni a tempo e ha registrato un podio compatto a 71 punti. Ne esce vincitore lo slovacco Jan Furucz davanti al finlandese Antti Rusanen e al tedesco Bjarne Friedrichs.

Lambertini registra la migliore prestazione assoluta sui punti a tempo (totalizza 70 punti) come anche il quinto e sesto classificati: Maciej Urbaniak (POL) e William Rex (SWE). L'azzurro vincendo la seconda prova disputata oggi, ambisce ora al podio del ranking mondiale.

A impreziosire il bilancio italiano il piazzamento Tenani (69 punti, alla terza top10 nelle ultime 3 edizioni dei Mondiali di PreO), l'11° di Simone Frascaroli e il 18° di Sebastiano Lambertini (entrambi a 68 punti). Sono quindi ben 4 italiani nelle prime 20 posizioni mondiali: a seguire Aaron Gaio (21°), Michele Cera (29°) e Davide Martignago (31°).

Tra i Paralimpici, il migliore è Nicola Galvan con la 14^ posizione, Fabio Bortolami 22°, nella gara vinta dallo svedese Michael Johansson davanti all'ucraino Vladyslav Vovk e la ceca Jana Kostova.

DICHIARAZIONI: Subito le parole di Lambertini: "Ieri ho sofferto per la gestione del tempo, oggi ho provato a non pensarci, dedicando quando necessario a ogni punto. Quando ho finito sapevo di aver fatto bene, mentre ieri non avevo piena consapevolezza di come stesse andando la gara. In questo Mondiale ho trovato gare molto interessanti: sia come tipo di terreno sia come grado di difficoltà dei tracciati. Personalmente avevo aspettative molto alte e anche se non le ho soddisfatte completamente, mi sono reso conto di poter continuare a puntare in alto, quindi il bilancio è positivo".

Alessio Tenani, nel ruolo di coach traccia un bilancio della trasferta azzurra "E' stata una settimana davvero di alto livello. Arrivavamo a questa rassegna iridata dopo tre anni in cui non si disputavano i Mondiali ed eravamo desiderosi di vedere quali sarebbero stati i risultati della nostra preparazione. Le medaglie, i podi lunghi e in generale tutti i piazzamenti ottenuti nelle prime 20 posizioni ci hanno confermato tra le nazioni leader, se non addirittura la migliore. Ne siamo fieri e cercheremo di continuare su questa strada. Grazie alla Federazione per il supporto ricevuto".
 
La chiusura al responsabile di settore Daniele Guardini, aggregato al gruppo degli atleti durante la trasferta: "Possiamo dire che abbiamo finalmente raccolto quello che abbiamo seminato negli ultimi due anni, con il lavoro impostato da Tenani come responsabile tecnico, a cui lascio tutto il merito di aver trasmesso il cambio di mentalità al gruppo, L'innesto di nuovi elementi ancora in crescita, tra cui dei giovanissimi. Ringrazio i ragazzi che si sono sempre fatti trovare pronti e disponibili agli impegni richiesti: è un gruppo di qualità eccezionale, che non può far altro che crescere se si continua sulla strada intrapresa. Abbiamo notato che molte nazionali si sono rinnovate e qualcuna invece ha pagato il prezzo di non averlo fatto: noi per fortuna ci siamo fatti trovare pronti e i risultati parlano chiaro, ora l'impegno di tutti è rivolto a riuscire a mantenersi con continuità su questi livelli".
 
CLASSIFICHE
 
Cat. OPEN 
1. 71+66" Jan Furucz SLOVAKIA
2. 71+74" Antti Rusanen FINLAND
3. 71+91" Bjarne Fredrichs GERMANY
4. 70+57" Marcello Lambertini ITALY
 
9. 69+216" Alessio Tenani ITALY
11. 68+73" Simone Frascaroli ITALY
18. 68+197" Sebastiano Lambertini ITALY
21. 67+111" Aaron Gaio ITALY
29. 66+134" Michele Cera ITALY
32. 66+203" Davide Martignago ITALY
 
Cat. PARALIMPICI
1. 64+134" Michael Johansson SWEDEN
2. 63+305" Vladyslav Vovk UKRAINE
3. 61+130" Jana Kostova CZECHIA
 
14. 52+279" Nicola Galvan ITALY
22. 48+411" Fabio Bortolami ITALY
33. 40+466" Mauro Nardo ITALY
 
Classifiche dettagliate e soluzioni su https://o-adventure.cz/preorr.php?res=wtoc22&co=8
p.i.

PARTNER UFFICIALI FISO