notizie internazionali
16/08/2019
WOC2019 MIDDLE: LUNDANES E ALEXANDERSSON ANCORA LORO
Squadra Naz.

(I podi maschili e femminili di oggi nella Middle Distance dei WOC2019).

OSTFOLD (NORVEGIA): Olav Lundanes e Tove Alexandersson vincono ancora ai Campionati Mondiali di Corsa Orientamento che oggi hanno visto andare in scena la Middle Distance. Per entrambi i vincitori si tratta di un bis dopo il successo nella Long dell'altro ieri.

DONNE: Tra le donne ancora a podio la svizzera Simona Aebersold (+00:05) che è andata ad un soffio dall'oro, mentre per il bronzo la doppia medaglia per la russa Natalia Gemperle e per la finlandese Venla Harju Finland (+01:45).

Chiude 50^ Verena Troi con una prova all'insegna della regolarità, staccata di 17': 29".

La lotta è stata tutta tra le prime 2 che hanno presto scavato un abisso con le avversarie. La serie di sorpassi reciproci è risultata essere emozionante e tutta sul filo dei secondi. Nel finale Alexandersson ha trovato quel guizzo per l'oro.

UOMINI: Tra i maschi argento per lo svedese Gustav Bergman (+00:11) e bronzo per il norvegese Magne Daehli (+00:29). Gli azzurri sono fuori dalla top 30 con Sebastian Inderst, 41° a +08':33". 46° Riccardo Scalet a +10':25".

La lotta per l'oro ha visto Lundanes e Bergman sempre molto vicini con Lundanes quasi sempre in testa. Al chilometro 4,8 di gara il sorpasso che sembrava essere definitivo per Bergman che non ha però retto alla rimonta finale del norvegese.

A fine giornata è il CT Mikhail Mamleev a rilasciare alcune dichiarazioni: "Credo che siamo andati meno rispetto alle nostre aspettative. Certo abbiamo commesso qualche errore, ma anche la velocità non era in linea con i più veloci. Certo è che la permanenza in Scandinavia permetterà ai nostri ragazzi di migliorare su tutti i tipi di terreno. La nostra ambizione è ovviamente di fare sempre meglio. Ora pensiamo alla Staffetta e tra un'ora (la dichiarazione è delle 19:00 ndr) ufficializzeremo le formazioni".

Per gli azzurri ha preso la parola Verena Troi. "Personalmente posso dire che fisicamente mi manca la velocità, ma il gap lo avevo pure 20 anni fa quindi ero consapevole dei miei limiti. Sono arrivata 50esima e se tutto fosse andato bene avrei raggiunto al massimo il 40esimo posto. Su questi terreni così molli facciamo molta fatica, ma non è datto che su un fondo più duro avrei fatto meglio. Accetto il risultato". 

 

CLASSIFICA DONNE:

1 Tove Alexandersson Sweden  +00:00 38:20
2 Simona Aebersold Switzerland +00:05
3 Natalia Gemperle Russian Federation 
+01:45 = Venla Harju Finland +01:45

50 Verena Troi - Italia + 17':29"

segue il resto...

CLASSIFICA UOMINI:

1 Olav LundanesNorway  34:18
2 Gustav Bergman Sweden +00:11
3 Magne Daehli Norway  +00:29

41 Sebastian Inderst Italy +08:33
46 Riccardo Scalet Italy +10:25

a cura di Pietro Illarietti

PARTNER UFFICIALI FISO