notizie internazionali
09/04/2020
SdS: La Gestione dell'Incertezza. Modalità antifragili per apprendere dalle difficoltà e migliorare
Nazionale

La spaventosa pandemia del Coronavirus è solo il più recente degli
avvenimenti inaspettati e imprevisti che hanno creato uno shock universale.
In precedenza siamo stati colpiti da eventi di grandissimo impatto e
prevedibili solo a posteriori, come la meravigliosa invenzione della ruota,
i sanguinosi attentati dell'11 settembre, il disastroso crollo di Wall
Street o il successo planetario di Google. E così, anche nel più
ristretto ambito della nostra vita privata o professionale, ci illudiamo di
poter pianificare e controllare tutto, quando invece a fare la differenza
è la capacità di affrontare in modo rapido e intuitivo gli eventi
improvvisi, sia quelli più stressanti e traumatici sia le felici, inattese
(e spesso di breve durata) opportunità. I treni che passano poche volte
nella vita, ovvero le cosiddette Sliding Doors del film di alcuni anni fa.

 In questo workshop faremo riferimento alle brillanti e innovative
elaborazioni di Nassim Nicholas Taleb, saggista e matematico libanese
naturalizzato statunitense, che dopo l'esperienza come consulente
finanziario ha dedicato la sua vita allo studio dei processi di incertezza
e di rischio. Taleb ha dapprima lanciato l' espressione “cigno nero”
(inteso come evento critico e inaspettato che sconvolge la storia) e poi
proposto e approfondito il costrutto dell' “antifragilità”.

 Per Taleb, fragile è ciò che viene facilmente danneggiato da una
“scossa”; robusto o resiliente ciò che resiste agli shock e rimane o
torna identico a se stesso. L'antifragile invece è quel soggetto o sistema
che, se esposto a un trauma, ad una crisi o una variazione, non solo
resiste e si oppone ma proprio grazie ad essa migliora e si evolve,
apprendendo dall' esperienza.

 E' quindi un'illusione (che l'autore definisce con humour
“sovietico-harvardiana”) quella di poter pianificare e prevedere tutto
ed eliminare così per sempre le incertezze e gli imprevisti. Dobbiamo
cambiare paradigma e trarre invece vantaggio dalla volatilità e dal
disordine, persino dagli errori, purchè si riesca ad utilizzare le
opportunità delle crisi, dei cambiamenti improvvisi, del trauma per
crescere e per migliorare, per costruire qualcosa di nuovo.

 Non possiamo prevedere tutto o creare organizzazioni perfette. Possiamo
invece divenire più flessibili, quindi adattabili ai cambiamenti, anche
improvvisi, repentini e radicali. Attivandoci rapidamente e con fiducia
quando è necessario.

 OBIETTIVI

 1. Condividere le conoscenze di base e il significato di termini quali:
fragile, robusto, resiliente, antifragile come approcci diversi per
difendersi dal rischio o affrontare attivamente e creativamente
l'incertezza

 “Quando soffia il vento del cambiamento, alcuni costruiscono muri, altri
mulini a vento” (proverbio cinese)

 2. Riconoscere in sé e capire come sviluppare le capacità più utili
nelle situazioni di crisi imprevista:

 - allenarsi quotidianamente ai cambiamenti cercando frequenti (sebbene non
continui e cronici) picchi di stress: sfide professionali o agonistiche,
apprendimenti difficili, iniziative inconsuete o rischiose etc.;

 - individuare le opportunità latenti in una crisi e le competenze
personali più adatte;

 - affidarsi all' intuito emotivo e al pensiero laterale anziché alla
rigidità delle previsioni o agli schemi preordinati;

 - non aver paura di tentare e sbagliare ma imparare dagli errori;

 - cercare partners per affrontare l' incertezza, inserirsi in un gruppo o
magari guidare il gioco di squadra

 Modalità di attuazione ed esercitazione

 Anche nell' attuazione pratica di questo corso proviamo a cogliere
l'opportunità latente, il vantaggio secondario insito nella clausura
obbligata imposta dal Coronavirus. Non ci è possibile in questa fase
convergere nelle aule accoglienti e immerse nel verde della Scuola dello
Sport? E allora proviamo a condividere la stimolante esperienza di un corso
on line e trarre profitto anche da questa nuova modalità di comunicazione
didattica. Con il supporto dell'applicazione Microsoft TEAMS (utilizzata
anche da molte Università italiane e del tutto gratuita oltre che di
estrema semplicità per i partecipanti) ci collegheremo dalle rispettive
abitazioni per assistere all'esposizione da parte del docente, anche
tramite slide o altri sussidi, e successivamente intervenire con domande.

 DESTINATARI

 Il seminario è aperto a tutti, particolarmente rivolto ad atleti,
tecnici, dirigenti sportivi e a tutti coloro che operano all' interno di
Federazioni sportive, società e associazioni sportive, gruppi del
volontariato e del privato-sociale attivi nel territorio.

 QUANDO

 Mercoledì 22 aprile per una durata di 2 ore (dalle 11 alle 13)

 QUOTA DI PARTECIPAZIONE

 La partecipazione all'evento è gratuita, previa iscrizione secondo le
modalità indicate di seguito.

 MODALITÀ DI ISCRIZIONE

 Le domande di iscrizione dovranno pervenire entro lunedì 20 aprile. Dopo
aver effettuato la registrazione sul sito della Scuola dello Sport, occorre
compilare il modulo online presente all'interno della scheda del seminario.
Una volta effettuata l'iscrizione riceverete una mail di invito al webinar
attraverso l'applicazione TEAMS di Microsoft.

 Istruzioni per la connessione a TEAMS

 Per partecipare al Corso di Formazione online sarà sufficiente cliccare
sul link "Partecipa alla riunione di Microsoft Teams" (ovvero il seminario
La Gestione dell'Incertezza) presente nella mail di convocazione.

 Appena cliccato sul link, il sistema potrebbe mostrare due indicazioni:

 - Scarica l'app oppure Partecipa sul Web andando al seguente indirizzo
teams.office.com

 - Apri Microsoft Teams se l'app Teams è già installata.

 L'app è consigliabile per una migliore esperienza ma non è obbligatoria.
Prima di cliccare su Partecipa ora, accertarsi che webcam e microfono siano
ATTIVI.

 I partecipanti al Corso possono utilizzare varie funzionalità cliccando
sui pulsanti della barra degli strumenti che appare durante la riunione:

 1 2 3 4 5 6 7 8

 1. Visualizzare la durata della riunione

 2. Attivare / disattivare la telecamera;

 3. Attivare / disattivare il microfono;

 4. Condividere con i partecipanti lo schermo del proprio computer (ad
esempio per mostrare una presentazione in PowerPoint/Pdf/Word etc);

 5. Varie funzionalità non fondamentali durante il seminario

 6. Mostrare / nascondere la chat per scrivere o ricevere risposte dagli
altri partecipanti

 7. Mostrare / nascondere i partecipanti alla riunione

 8. Disconnettersi dalla riunione

 Note tecniche

 - Per un migliore utilizzo della piattaforma si consiglia di utilizzare un
computer portatile o fisso, dotato di videocamera, microfono e audio.

 - Accertarsi di avere una connettività stabile ed efficiente

 - Durante il webinar è consigliato tenere il microfono e la videocamera
spenti, aprendoli sono in caso di domande o interventi.

 - Evitare, durante lo svolgimento del corso, che altre persone possano
utilizzare la vostra connettività al fine di non degradare la qualità del
collegamento.

 - Se non si utilizza l'app Teams è consigliabile utilizzare Teams via web
su browser Chrome.

 Per qualsiasi chiarimento o in caso di difficoltà potete chiamare al
numero 06 32729172 o inviare una mail a mirella.pirritano@sportesalute.eu
mirella.pirritano@sportesalute.eu>

 Vi consigliamo comunque di prendere dimestichezza con il sistema qualche
giorno prima del seminario.

Inserito dalla Segreteria Generale

PARTNER UFFICIALI FISO