notizie internazionali
19/03/2020
ROBERTO DALLAVALLE E' TORNATO A CASA
Nazionale

CROVIANA (TN): "Sono tornato a casa da qualche giorno. Sto abbastanza bene e in questo periodo mi sto impegnando nella riabilitazione". 

La buona notizia viene dalla Val di Sole. Dall'altra parte del telefono c'è Roberto Dallavalle che è uscito dall'ospedale che lo ha visto ricoverato per circa 2 mesi e mezzo dopo l'incidete in montagna dello scorso inverno. 

"Mi tengo impegnato con esercizi e cyclette e i miei ritmi sono scanditi dalla fisioterapia - aggiunge con una voce posata il solandro - anche se in questo periodo di Coronavirus le strutture sanitarie sono sotto stress e non è così semplice affrontare nemmeno la riabilitazione".

Chiediamo a Dallavalle di spiegarci il suo stato di salute attuale. "Mi muovo con le stampelle, ma per fortuna non ho dolore e cerco di muovere la gamba, come raccomandato dai medici".

E' lo stesso tesserato del GS Monte Giner che ci aiuta a ricostruire il suo ultimo difficile periodo. "Sono stato per 45 giorni all'ospedale di Trento e poi presso un'altra struttura. In totale più di 75 giorni. Un periodo molto duro, passato a letto, dove a temermi compagni c'erano il computer, i libri e le gare di sci alla TV. Ringrazio i molti orientisti che mi sono venuti a trovare e che in vari modi mi hanno fatto sentire la vicinanza".

Il peggio, dal punto di vista fisico, pare essere alle spalle. Il caso ha voluto che, una volta uscito dall'ospedale, tornasse a casa in un periodo in cui il mondo è paralizzato perchè impegnato nella lotta al virus. "E' un momento brutto. Anche qui si avverte la diffidenza verso gli altri".

Guardando al futuro è presto per parlare di un ritorno all'agonismo. "Prima del mio intervento i medici mi avevano assicurato un recupero al 100%. Devo essere sincero, al momento non penso alle gare con assilo. Certo, nel mio futuro vedo ancora lo sport. Sono uno sportivo. Bisogna però avere pazienza, tenete conto che in ospedale (10 giorni dopo l'intervento) avevo perso circa 6 kg.Ora non so quanto tempo ci vorrà per togliere le stampalle ma pian piano raggiungeremo le prossime lanterne".

Da tutta la famiglia della FISO un augurio per un pronto recupero.

 

Pietro Illarietti

 

 

 

 

 

 

PARTNER UFFICIALI FISO