notizie internazionali
05/07/2021
GLI AZZURRINI SPRINT SONO RIENTRATI IN ITALIA
Nazionale

Sono rientrati in italia con il volo Praga-Bergamo e già sono mentalizzati sul prossimo appuntamento. Il coach Stefano Raus, e gli atleti Francesco Mariani e Caterina Dallera hanno affrontato poco più di un'ora di viaggio e in seguito preseguito verso le loro abitazioni. L'emozione dei WOC2021 è ancora fresca nella mente. 

Tocca a Stefano Raus effettuare una primissia analisi sulle prove veloci. "Siamo tornati e ritengo che per noi sia stata una prima parte di evento positiva. Mi riferisco in particolare agli atleti Junior che seguo più da vicino. I ragazzi hanno avuto una grande occasione e per questo va ringraziato il CT Misha Mamleev e la Fiso che hanno dato loro questa opportunità". 

Chiusa una grande esperienza già si guarda avanti: "Da domani, per noi del gruppo giovanile, la testa sarà sui JWOC di settembre, e dal 21 al 25 luglio andremo in Turchia (domani le convocazioni) per un camp". 

Tornado indietro. Cosa ha significato per te come tecnico il WOC2021? "Ogni volta è un'emozione particolare vederli correre con i più forti al mondo".

Quali indicazioni ne trai da tecnico specializzato nelle gare veloci? "Di sicuro va tutto preparato al meglio. Ci sono squadre, come i polacchi, che hanno fatto ottime scelte e si erano preparati al massimo. Nella Sprint hanno da sempre una bella tradizione. Spendono molto tempo per studiare il potenziale percorso di gara. Pure noi lo abbiamo fatto, ma si vede che loro sanno fare meglio. Fisicamente, invece il gap non è così elevato, ma tecnicamente dobbiamo fare un nuovo salto in avanti. Ora siamo più veloci rispetto a qualche anno fa. Dobbiamo avere ancora un po' di pazienza e continuare a lavorare".

 

Pietro Illarietti

PARTNER UFFICIALI FISO