notizie internazionali
22/05/2021
A BELLAMONTE VINCONO MERL E KIRCHLECHNER
Nazionale

BELLAMONTE (TN): L'austriaco Robert Merl (32':52" Rappresentativa Veneto) e l'altoatesina Christine Kirchlechner (37':34" SC Merano Alto Adige) vincono la gara Middle di Bellamonte valida come Coppa Italia e anche per il Trofeo Alpe Adria. 

Tra i maschi la grande sorpresa di Ilian Angeli (34:51" Folgore) e Helmut Gremmel ( 34':55"Burgenland) hanno completato il podio. A seguire i trentini Mattia Debertolis (Trentino Sudtirol) e Giacomo Zagonel (Trentino Sudtirol).

Al femminile la battuta è Carlotta Scalet (37':58" Steiermark) e terzo posto per Francesca Taufer (38':16" Trentino Sudtirol).

La prova, essendo valida come Alpe Adria, ha visto al via i quasi 700  concorrenti indossare l'inedita maglia dei Land di appartenenza. La curiosità è stata quella di vedere Robert Merl con la maglia del Veneto essendo l'atleta tesserato in Italia per il sodalizio PWT che ha sede in quella regione. 

La corsa, tracciata da Cristian Bellotto, si è svolta nel ricordo di 2 orientisti che sono venuti a mancare nei giorni scorsi: il toscano di Prato, Stelvio Manfrin, e il maestro Remo Deflorian di Ziano di Fiemme.

La competizione si è svolta in una giornata all'insegna dell'incertezza meteo su un terreno tecnico con una serie di piccole paludi nei tipici boschi trentini. Il dislivello non è stato giudicato eccessivo con il tracciato disposto su 2 pianori.

"Credo che l'esperienza abbia giocato a mio favore - commenta Kirchlechner - visto che ho saputo gestire la prova in sicurezza. A mio vantaggio c'è il fatto che ultimamente, con lo sgonfiarsi dell'emergenza Covid, riesco ad allenarmi meglio".

Carlotta Scalet: "Fisicamente non ho ancora ritrovato la forza su cui contavo prima del parto, ma ci vuole solo pazienza e tornerò al top". Il distacco della ragazza di Primiero non è comunque eccessivo, segno che il recupero è comunque a buon punto.

Robert Merl: "Ho trovato avversari di buon livello. Ho interpretato una buona gara con qualche sbavatura. Comunque su questi terreni mi sento molto a mio agio perchè simili a quelli austriaci. Domani nella Long bisognerà prestare attenzione anche a Tommaso Scalet".

Ilian Angeli: "Devo ammettere che ho gareggiato bene, anche se non sono mai completamente soddisfatto delle mie gare. Ormai ho quest'abitudine di testami nella categoria superiore alla mia e Merl è un ottimo atleta con cui confrontarsi. Ho rinunciato agli Europei in Svizzera, la settimana scorsa, per puntare ai Campionati Mondiali Junior di Turchia. Speriamo solo che la Pandemia ci permetta di gareggiare".

L'evento, ottimamente organizzato dal GS Pavione di Adriano Bettega, ha visto intervenire anche l'assessore allo sport di Predazzo, Giovanni Aderenti, e il Presidente FISO, Sergio Anesi.

Le parole di Aderenti: "Avete ricordato 2 vostri amici come Remo Deflorian e Stelvio Manfrin e questo vi fa onore. Anche il nostro territorio è stato ferito dalla tempesta Vaia, prima, e dal Covid, poi. Ora, anche grazie allo sport, proviamo a ripartire. L'Orienteering è uno sport che si presta al distanziamento".

A chiudere Anesi: "Grazie a nome del Consiglio Federale a tutti i presenti. Come movimento  abbiamo saputo far fronte ad una difficile situazione, riportando sul territorio grandi e piccole manifestazioni.  Abbiamo davanti l'estate per riprendere a pieno nostra attività in tutte le sue forme. Il Consiglio Federale, i consiglieri ognuno nel suo ruolo e per le sue competenze, stanno lavorando alacremente. Stiamo andando nella giusta direzione per far crescere l'Orienteering.  Questo sarà l'anno più difficile per poi spiccare nuovamente il volo".

La gara si è svolta all'insegna del distanzialmento sociale e dei protocolli anticovid. 

Domani si replica con la Long in località Castellir. L'evento ha goduto della copertura delle telecamere di Rai Sport.

 

RISULTATI COMPLETI

 

 

Allegati

PARTNER UFFICIALI FISO