notizie internazionali
25/11/2018
MAMLEEV: IN VALSUGANA UN OTTIMO RADUNO
Nazionale

(Una fase della riungione con Nicola Giovanelli).

(Non sono mancate le attività outdoor).

LEVICO TERME (TN): Si è chiusa la 2 giorni in Valsugana dove gli azzurri della C-O sono stati impegnati in un collegiale che ha visto presenti circa 50 atleti. Coordinati dal CT Mikhail Mamleev i ragazzi hanno lavorato in bosco ma anche partecipato a delle riunioni programmatiche con i tecnici Lucia Curzio, Stefano Raus e Cristian Bellotto.

Alla luce degli eventi meteo che hanno devastato il Nord Est, il programma originario ha subito delle variazioni. Il gruppo si è allenato sulle mappe di Caldonazzo (dove nei giorni scorsi è scesa una frana) e nell'altopiano di Civezzano ricco di piccole paludi e che a tratti ha ricordato certe aree scandinave.

"E' stato un fine settimana molto positivo - le parole di Mikhail Mamleev - con molti spunti interessanti. Avevamo solo una decina di Elite, ma del resto alcuni sono già impegnati in training camp (ad esempio Tommaso e Riccardo Scalet sono da una settimana in Turchia). Sono contento di aver visto i giovani dai 16 ai 20 anni. Per loro si è trattato di un input importante. Hanno potuto prendere spunti dai più grandi".

Questo in sintesi il lavoro svolgo: "Ieri abbiamo sostenuto un allenamento in Staffetta con giovani ed Elite assieme. Oggi una One Man Relay curando le partenze in massa lo stress dato dalla presenza degli avversari che sono molto vicini durante la partenza. Era quello che volevo comunque".

Per gli azzurri degli aggiustamenti di programma a causa del maltempo: "Siamo riuscite a rimediare e trovare dei posti adeguati per allenarci. Come sapete abbiamo avuto dei piccoli problemi legati al maltempo che ha distrutto i boschi. Ci siamo dovuti inventare delle soluzioni. Sfortunatamento l'Italia ha perso parecchie cartine e purtroppo non possiamo far nulla. Dobbiamo accettare questa situazione".

"Il prossimo appuntamento è previsto per febbraio, in Lombardia nell'area di Sesto Calende. Un'area ritenuta interessante per gli Junior che faranno i mondiali in Danimarca su terreni simili. Li non dovremmo avere problemi di neve". 

Il CT aggiunge: "Si sono tenute anche delle importanti riunioni dove si è discusso del calendario. Abbiamo spiegato i criteri di selezione per la Nazionale. Inoltre è intervenuto Nicola Giovanelli, un ospite speciale, allenatore, skyrunner ed ex orientista. Ho chiesto a lui di spiegarci il foamroll, uno strumento importante per la prevenzione degli infortuni".

Preparato anche un piano di sviluppo: "Ogni mercoledì appuntamento in pista a Bolzano delle 18 alle 20 con molti esercizi per le varie tecniche di corsa. E' molto importante esserci". Poi annuncia una novità per febbraio: "Ogni sabato organizzeremo 2 allenamenti in bosco nell'area del Trentino e Alto Adige. Voglio che anche i giovani abbiano la possibilità di allenarsi in bosco pure in inverno. Si tratta di training aperti a tutti gli azzurri, inclusi quelli di Mtb-O e Sci-O. Per gli altri interessati vi sono delle condizioni particolari (questo il programma http://www.fiso.it/pagina/allenamenti-invernali-c-o ).

Lucia Curzio ha invece commentato il fine settimana dei giovani: "Il nostro obiettivo è far sì che i ragazzi trovino continuità e metodo nell'allenamento. Vi è stato un bel salto generazionale. Era giusto conoscere e testare molti atleti. Poi durante l'anno ne selezioneremo meno". 

A Levico è intervenuto il Commissario Straordinario Sergio Anesi che nel pomeriggio ha salutato il gruppo. Proprio Anesi domani sarà a Roma per presentare il nuovo statuto al CONI.

a cura di Pietro Illarietti

 

PARTNER UFFICIALI FISO