notizie internazionali
26/07/2022
ORIENTEERING: PRESENTATI A TIRANO I TRICOLORI LONG
Nazionale

MEDIA: FOTO DI ORIENTEERING // VIDEO

TIRANO (SO): E’ stato presentato questa mattina a Tirano, presso la sala Consigliare l’evento nazionale di Orienteering (by FISO) che si terrà nella cittadina valtellinese il 10 e 11 settembre con la Coppa Italia Sprint, a Tirano, e il Campionato Italiano Long Distance, a Trivigno.

Per l’esattezza sabato pomeriggio dalle 15:00 con ritrovo presso il campo sportivo (premiazioni alle 18:00) e il giorno seguente in Trivigno dalle 10 (premiazioni 14:30). Le gare sono aperte a tutti con percorsi adeguati ad ogni età.

Saranno circa 600 i concorrenti (da Italia e Svizzera) per ogni giornata di gara che si sfideranno su percorsi che porteranno alla scoperta di scorci suggestivi. L’Orienteering è uno sport che si svolge solitamente nei boschi con l’uso di una mappa ed una bussola e prevede che i concorrenti coprano il percorso passando da una serie di punti di controllo obbligatori nel minor tempo possibile.

I CAMPIONI: Molti i campioni al via e alla ricerca del titolo tricolore. Sicuramente tra i team più agguerriti il Park World Tour, da Vicenza, con il più forte orientista attualmente in attività, Riccardo Scalet (3° in Coppa del Mondo nel 2021), Sebastian Inderst, Lukas Patscheider. Nell’US Primiero (TN) ci sono invece Mattia Debertolis e Giacomo Zagonel. Da seguire con grande attenzione anche Francesco Mariani, campione del mondo Junior in Turchia 2021 della Polisportiva Masi (BO). Dello stesso team anche Alessio Tenani, specialista delle Sprint, ed Enrico Mannocci. Da seguire anche sui nomi di Ilian Angeli, toscano del GS Folgore, Roberto Dallavalle e Samuele Tait, compagni di squadra al Gronlait Orienteering Team. 

Tra le donne spicca Caterina Dallera, milanese della Punto Nord, Viola Zagonel (Pol Masi) le trentine Carlotta Scalet (PWT), Nicole Scalet e Francesca Taufer (US Primiero), le altoatesine Verena Troi (Terlano) e Christine Kirchlechner (SC Merano), la veneta Jessica Lucchetta (Tarzo). Una gara che sarà particolarmente sentita da Irene Pozzebon, Maria Chiara Crippa e Anna Caglio della Polisportiva Besanese che è la società che organizza l’evento.

DICHIARAZIONI: Franco Spada, Sindaco del Comune di Tirano: “Ho scoperto l’Orienteering e ne sono rimasto colpito. La manifestazione che si svolge a Tirano, che ha nelle sue corde dei contenuti vicini ad una città slow come la nostra. Valorizzare il territorio, riscoprire degli aspetti che non consoceremmo se qualcuno non ce li indicasse, infatti l’Orienteering porterà i concorrente a scoprire scorci inediti.  La partecipazione sarà a livello italiano e molto qualificata”. 

Stefano Portovenero, Assessore allo Sport Comune di Tirano: “Si tratta di un evento in cui abbiamo creduto fortemente e da un anno ci stiamo lavorando. Da subito abbiamo percepito il potenziale di questo sport. Trivigno ha le caratteristiche adeguate per la pratica. Inoltre nella scuola è un’attività molto diffusa. Un migliaio di persone vivranno il territorio per 2 giorni. Inoltre tengo a precisare che abbiamo attivato come Comune una convezione con Sport e Salute per promuovere lo sport nei parchi, quindi questa disciplina sostenibile e inclusiva si presta a tal fine”. 

Ivano Benini, Direttore di gara e dirigente della Pol. Besanese. “Tirano ha un passato di Orienteering importante. Qui sono stati realizzati i Campionati Italiani nel 2013 (Trivigno) e 2015 (Aprica). Inoltre vi era una sezione del CAI Tirano che praticava l’Orientamento grazie Piero Dellavedova.  La Pol Besanese viene da una zona poco adatta all’Orienteering (viviamo tra le fabbriche) e cerchiamo nei dintorni luoghi adatti alla pratica di questo sport bellissimo.  Ringrazio l’amministrazione comunale che facilita il nostro lavoro visto che siamo stati alle prese con problematiche logistiche e burocratiche”. 

LE GARE: “Sabato una gara in città molto breve 12-20 minuti dove bisognerà leggere la mappa con grande velocità. Domenica si corre nel bosco con un impegno fisico più marcato. Per i campioni, gli Elite, 18-20 km con 600 metri di dislivello (con scavalcamento di alberi caduti, rocce e depressioni), per circa 90’ di corsa. Uno sport vero ma aperto a tutti visto che ci sono categorie dai 12 ai 75 anni”.

L’evento godrà della copertura TV di Rai Sport.

 

da Tirano Pietro Illarietti

PARTNER UFFICIALI FISO