notizie internazionali
07/02/2022
GARE DI ORIENTEERING E GREEN PASS
Nazionale

Il Protocollo per lo svolgimento di gare di Orienteering, recentemente aggiornato dal Consiglio Federale, prevede che venga richiesto il Green Pass “base” per partecipare alle manifestazioni.

Il Green Pass “base” è la certificazione verde Covid rilasciata in seguito a vaccinazione o guarigione o tampone rapido o molecolare con risultato negativo.

E’ stato da alcuni rilevato che le attività sportive individuali all'aperto non esigono il possesso del Green Pass. Diverso però è il caso delle “manifestazioni”, anche all'aperto (https://www.sport.governo.it/media/3234/linee-guida-per-lattivita-sportiva-di-base-e-lattivita-motoria-in-genere-10-gennaio-2022.pdf).

Anche a seguito di delucidazioni richieste agli organi competenti, è stato chiarito che, non essendo possibile garantire adeguato distanziamento interpersonale ed evitare che si creino assembramenti nell’arena di gara, i partecipanti devono essere in possesso di Green Pass. Non si tratta quindi di un obbligo legato al tipo di attività sportiva (tant’è che non è previsto nel caso di allenamenti) quanto alle situazioni che si possono creare in arena di gara.

Qualora gli organizzatori di una manifestazione ritengano di poter assicurare, con opportune misure, che il mantenimento della distanza interpersonale in arena di gara possa essere garantito, possono astenersi dai controlli, motivando adeguatamente tale decisione.

Il Consiglio segue costantemente l’evoluzione della normativa e ovviamente, in caso di alleggerimento delle misure di controllo della pandemia, sarà tempestivo ad adeguare le norme.

inserito da p.i. 

PARTNER UFFICIALI FISO