notizie internazionali
14/07/2022
FOCUS #WMOC: EMOZIONE UCRAINA, RAMMARICO SVIZZERO
Nazionale

(I 2 ucraini che oggi hanno occupato il 1° e 3° posto del podio).

FORESTA UMBRA (FG): Della gara e delle sue dinamiche abbiamo già riportato la cronaca nel comunicato precedente. Probabilmente il WMOC2022 merita di portare alla luce qualche storia di quelle che in questi giorni popolano la community orientistica del Gargano.

Partendo dalla toccante vicenda di Oleksandr Marchuk (1°), la sconfitta sportiva di Daniel Humbann (2°), la commozione di una vecchia conoscenza degli orientisti Oleksandr Choban (3°), nome che scritto in questo modo non dirà assolutamente nulla (ma poi ci torneremo sopra). Basterebbe questo inizio per riassumere alcuni spunti di quanto andato in scena oggi in Foresta Umbra. Di contorno ci sarebbero anche le storie Sofia Lonnkvist, dominastrice in W35, oppure della professoressa di geografia Yvonne Gunell, 1^ in W45.

Bisogna dire che pure oggi l’applauso più forte è toccato a Sole Nieminen, ex commessa, che con i suoi 95 anni ha saputo trasmettere le emozioni più dolci. La sua corsa sul traguardo è stata accompagnata da infiniti applausi.

In tema di sentimenti forti comunque ci hanno pensato gli atleti ucraini a tenere banco, a partire da Oleksandr Marchuk che ha ricordato più volte il suo Paese in guerra con la Russia.

“Meritiamo la pace, da un giorno all’altro ci siamo trovati con le case bombardate e questo non è giusto. - racconta una volta terminata la sua prova - Oggi provo una bella gioia per me ed una grande tristezza per l’orribile situazione in Ucraina. Proviamo a difenderci dalla Russia con tutte le nostre forze e ringrazio gli italiani per l’aiuto che ci hanno fornito. Ora tornerò al mio Paese e cercheremo di difendere le nostre case, ma quello che vogliamo è vivere in pace”.

A proposito di sport è d'obbligo parlare del successo odierno. “La gara è stata carina e sono andato veloce quanto potevo. Ho vinto davanti davanti ad una grande star come Hubmann. Il mio obiettivo era far bene qui e alla Tiomila, staffetta nordica. Ora penso a recuperare ed essere pronto alla Long”.

Al suo fianco Oleksandr Choban, che molti orientisti ricordano, quando in una precedente vita ha dominato il Meeting di Roma 2015 con Sarah Rollins (pure lei al WMOC2022). All'epoca si chiamava Marek Hadam. Ora molte cose sono cambiate nella sua vita. Lasciata Napoli, dove lavorava nel settore navale ed era tesserato nell'Agropoli AOK di Davide Pecora, l'ucraino ora vive in Sardegna con la sua famiglia ed è tesserato per Sportisola La Maddalena ASD.

SVI: Sarà venuto in Italia per allenarsi, ma non ci sta certo a perdere Daniel Hubmann, che quando mette il numero diventa molto competitivo. “Non sono totalmente felice, il mio obiettivo vincere, ma ho sbagliato in un terreno in cui si doveva prestare molta attenzione. Il mio errore? Il tipico sbaglio parallelo, ho corso al fianco di una depressione confondendola per un’altra. Questo mi ha portato non sapere più dov’ero”. Per lui domani “Dolce vita” le sue parole.. ma senza dimenticare una corsetta.

Italiani nella top 10 con Emilano Corona. 

A premiare oggi è intervenuto il presidente Sergio Anesi, il vicepresidente, Elena Poli, il Presidente del Comitato Organizzatore, Michele Barbone, il vice Nicolino Sciscio e il sindaco di Vieste.

 

LE CLASSIFICHE:

 

a cura di Pietro Illarietti

PARTNER UFFICIALI FISO