notizie internazionali
18/10/2020
C-O: A DOGANACCIA TROI E CARAGLIO NELLA LONG
Nazionale

 

(Il podio femminile con il Presidente Anesi, a sinistra, che premia le migliori Elite).

(Il podio maschile con il ritorno al successo di Michele Caraglio, piemontese di Chiusa Pesio).

 

DOGANACCIA (PT): Successo per l’altoatesina Verena Troi (Terlano 1:24':22") e per il piemontese Michele Caraglio nella Long distance che si è svolta oggi a Doganaccia in provincia di Pistoia. Caraglio ha vinto in 1: 32':16" (Agorosso BG) battendo il dominatore della sprint di ieri Giacomo Zagonel (US Primiero 1:35:14). Bronzo per Sebastian Inderst (PWT Italia 1:35:38). A seguire la giovane promessa Illian Angeli (GS Folgore 1:35:47) e Alessio Tenani con Samuele Curzio (Polisportiva Masi).

Al secondo posto in campo femminile Christine Kirchlechner. La meranese ha perso per meno di un minuto (Sportclub Merano 1:25':16"), Bronzo per Viola Zagonel (Polisportiva Masi 1:27':22") a seguire Irene Pozzebon (Besanese) , Anna Pradel e Francesca Taufer (Primiero). 

I GIOVANI: In M20 Damiano Bettega (Pavione), batte Alberto Bazan (Fonzaso) e Guglielmo Gualdana (Punto Nord). Tra le pari età al femminile Serena Raus (Ori Pergine) vince su Caterina De Nardis (Masi) e Nicol Canova (Pavione). In M 18 oro per Davide Alban (Fonzaso) mentre in W18 è Giulia Dissette (Ori Appennino).

DICHIARAZIONI:

Michele Caraglio " È stata una gara molto fisica e nella prima parte ho commesso un errore importante. In seguito però ho ritrovato la concentrazione e sono riuscito a correre in modo regolare. Questo mi ha permesso di vincere. Come sapete le gare di resistenze sono il mio punto forte. Per me si tratta della prima vittoria in questo 2020".

Giacomo Zagonel: "Non sono riuscito nella doppietta, ma il risultato del weekend è più che positivo. Io sono un uomo da specialità veloci e per questa ragione l'argento odierno mi appaga".

Verena Troi: "Una corsa molto dura dal punto di vista fisico. Avevo puntato tutto sulla prova odierna, cercando di non commettere errori ed alla fine la mia strategia ha pagato". 

Christine Kirchlechner: "Credo di avere compromesso la mia gara con un errore subito in partenza, poi sono andata in sicurezza, ma le gambe non erano più quelle di quest’estate. Mi mancava un po’ di forza per riuscire a fare la differenza. Non avrei potuto affrontare un ulteriore metodo di dislivello".

La Long di Doganaccia è stata tracciata da Monica Casalini ed ha visto gli atleti arrivare fino ad un'altitudine di 1.600 metri su percorsi di circa 12 km.  Soddisfazione da parte dell’IKPrato che ha così condotto in porto questo evento che presentava una serie di difficoltà extra sportive importanti.

“Organizzare un evento - spiega Massimo Bianchi -comporta responsabilità importanti. Proprio per questo motivo voglio ringraziare tutti i partecipanti che si sono attenuti al protocollo anti Covid stilato dalla FISO. Per noi si è trattato di un grande appuntamento che anche quest’anno siamo riusciti ad organizzare in perfetta autonomia. Grazie anche a Matteo Dini che è intervenuto e ci ha supportato in alcuni aspetti delle attività di comunicazione. Alla gara finale di Coppa Italia era presente  il presidente della Fiso, Sergio Anesi, ed il vice presidente Stefano Bisoffi.

Queste le dichiarazioni del presidente Anesi: "Come FISO siamo contenti di aver dato vita in una stagione così difficile ai campionati italiani e le prove di Coppa Italia. I nostri giovani per questioni di sicurezza sanitaria non prenderanno parte alla trasferta internazionale in Svizzera prevista per fine mese, perché la salute viene sempre al primo posto". 

Inoltre ha aggiunto: "Ho colto l’occasione per parlare con gli atleti della rappresentativa nazionale spiegando la situazione e introducendo loro quello che sarà il 2021, COVID permettendo".

Il territorio è stato rappresentato da Marco Ceccarelli del comprensorio sciistico: "Siamo stati veramente felici di aver ospitato un appuntamento sportivo di questo livello. La nostra realtà turistica crede molto negli sport di outdoor infatti abbiamo realizzato alcune mappe da Orienteering, dei sentieri per la mountain-bike, le camminate e i parchi avventura. Ovviamente qui un altro sport importante è lo sci in cui investiamo molto e per questo abbiamo uno degli impianti a fune più lunghi d’Italia.  Infine la Toscana è rinomata per la sua cucina e la sua ospitalità".  

A Doganaccia erano presenti le telecamere di  RAISPORT

CLASSIFICA MASCHILE:

1 - Caraglio Michele 01.32.18 AGOROSSO OR. S. ALESSANDRO

2 - Zagonel Giacomo 01.35.14 U.S. PRIMIERO

3 - Inderst Sebastian 01.35.38 PARK WORLD TOUR ITALIA S.S.D. 

4 - Angeli Ilian 01.35.47 G. S. OR. FOLGORE 

5 - Tenani Alessio 01.36.49 POL. 'G. MASI'

6 - Curzio Samuele 01.41.14 POL. 'G. MASI'

DONNE ELITE

1 - Troi Verena 01.24.22 TERLANER ORIENTIERUNGSLAEUFER

2 - Kirchlechner Christine 01.25.16 SPORTCLUB MERAN

3 - Zagonel Viola 01.27.22 POL. 'G. MASI'

4 - Pozzebon Irene 01.29.46 POL. BESANESE

5 - Pradel Anna 01.33.30 U.S. PRIMIERO

6 - Taufer Francesca 01.33.39 U.S. PRIMIERO

 

Da Doganaccia, Pietro Illarietti

PARTNER UFFICIALI FISO