notizie internazionali
07/08/2018
WOC2018: TEMPO DI MIDDLE. VINCONO KINNEBERG E GEMPERLE
Squadra Naz.

SIGULDA (LET): Amici dell'Orienteering buongiorno. Oggi siamo a Sigulda per seguire la gara Middle di questi Word Orienteering Championship. Si corre finalmente in bosco e c'è una certa attesa per assistere allo spettacolo che i campioni con carta e bussola sapranno dare.

Arrivano anche le prime indiscrezioni sulle attività politiche IOF. Si è svolta la riunione del Consiglio che è stata in larga parte dedicata alla preparazione della General Assembly. Da quando ci risulta sono anche stati assegnati il Mondiale 2022 e i Master 2021 oltre JWOC 2021. L’annuncio ufficiale sarà fatto alla fine della settimana.

Ricordiamo che stamane in Austria gli azzurri erano impegnati nella Mass Start di Mtb-O. Luca Dallavalle, in corsa fino all'ultimo per una medaglia, è arrivato 7°. Vittoria al finlandese Laurila.

Azzurri della C-O in gara oggi con Carlotta Scalet nella gara femminile. Tra i maschi Riccardo Scalet e Sebastian Inderst.

13:49 La vittoria è andata alla russa Natalia Gemperle con il tempo di 32:02". Per lei un successo netto visto che la seconda arrivata è la finlandese Marika Teini che ha 1':30 di distacco. 3^ la francese Isla Basset.

43^ la nostra Carlotta Scalet che, come raccontato da lei stessa, ha commesso 2 errori. Il primo al punto 3 ed il secondo al 14. L'azzurra ha però detto di non aver nulla da rimproverarsi e aver fatto del suo meglio. Il distacco di Carlotta è di 9':58".

 

Ci prepariamo a seguire la prova maschile. Da quello cha abbiamo potuto vedere il bosco lettone presenta delle zone con una vegetazione molto fitta, con anche alberi caduti a terra, alternate ad altre con una maggior pulizia.

14:02 Arrivano i primi concorrenti della prova maschile. Il tedesco Christoph Prunsche chiude in 41':44". Quest'oggi pare che la fortuna non assista le produzioni della IOF. Salta anche il segnale TV dalla Lettonia.

Ricordiamo che l'orario di partenza di Sebastian Inderst sono le 14:28 italiane. Riccardo Scalet20' più tardi.

14:10 Rispetto alla gara femminile, dove vi era stato un temporale nella fase iniziale, gli uomini sono più fortunati e si parte con il sole.

14:28 ecco finalmente Sebastian Inderst. L'azzurro effettua una serie di esercizi di riscaldamento. Prende la mappa e va.

14:35 Al momento il tempo da battere è di 39':32" fatto segnare dall'australiano Matt Doyle

14:41 Sebastian Inderst è in gara e viaggia con un ritardo di oltre 4'. Forse non è la gara che l'azzurro si aspettava.

14:48 Anche Riccardo Scalet è partito. L'azzurro è parso molto concentrato. Incrociamo le dita.

14:50 Scorrendo la start list vediamo che una serie di campioni stanno aspettando di prendere il via. Tra di loro Gernot Ymsen Kerschbaumer,  Austria 15:06,  Albin Ridefelt, Sweden 15:08, Leonid Novikov, Russian Federation 15:14,
Jonas Leandersson, Sweden 15:16, Lucas Basset, France 15:34, Matthias Kyburz, Switzerland 15:36, Olav Lundanes
Norway, 15:38, Gustav Bergman, Sweden 15:40, Daniel Hubmann Switzerland 15:46.

15:00 Sebastian Inderst sembra in questa fase aver trovare un maggior feeling con la mappa. Il suo ritardo è di 5'56" in 22^ posizione. Al comando vi è l'atleta di casa Edgars Bertuks con il tempo di 36':38".

15:08 Inderst mantiene una posizione attorno al 23° posto anche se il suo distacco a 2/3 di gara è salito a 8'.

Sono 62 i corridori al via. La temperatura si è stabilizzata sui 22°, umidità al 55%, vento praticamente assente.

15:09 Riccardo Scalet viaggia in 31^ posizione con un ritardo di 3':21" al punto TV dopo 1,4 km.

15:13 Hannu Airila, finlandese passa al comando con 35:10. Seba Inderst taglia il traguardo in 44:24 (23) +09:14

15;24 Riccardo Scalet conduce una prova senza commettere errori. In questo momento è 19° a 4':40" dal leader Airila

15;29 Dopo 40:28 (18) chiude a +05:18 la sua prova Riccardo Scalet. Aspettiamo di poter raccogliere la sue dichiarazioni.

15:36 Arriva l'estone Timo Sild e stabilisce il nuovo best time con 34':10". L'atleta si butta a terra sfinito in cerca di un po' di conforto. Grande calore del pubblico al suo arrivo. In bosco attualmente il miglior tempo è di Leonid Novikov. Ormai stiamo per entrare nel vivo della gara. Sul traguardo piomba il ceco Kral con un 2° posto a 51".  Attenzione parte ore Matthia Kyburz.

15:38 Parte molto aggressivo Olav Lundaness. Al momento è quello che è partito più forte di tutti. 

15:44 l'impressione che abbiamo avuto è subito confermata anche dai dati GPS.

 

15:49 Incredibile Novikov nell'ultima tratta perde tutto il sua vantaggio e Timo resta in testa. In effetti il russo è arrivato esausto nel finale.

15:52 con il via di Daniel Hubmann si chiudono le partenze.

16:10 Lundanes viaggia con 21" su Novikov al punto di controllo 11 ma sembra incappare in un errore proprio sotto gli occhi delle telecamere.

16:12 Olexandre Kratov passa al comando con il tempo di 33':38". Le TV inquadrano ancora Lundanes che nella sua corsa procede con un respiro molto rumoroso. Diamo un occhio alla classifica virtuale.  Lo svizzero Floria Howald sta andando molto bene, facendo registrare una serie di migliori intertempi. Male Daniel Hubmann che è fuori dalla lotta per le medaglie. Kyburz dopo una brutta partenza ora è in forte rimonta. Bene il norvegese Kinneberg. Arriva Lucas Basset, molto bravo, 2^ posizione provvisoria.

16:10 Iniziano ad arrivare i pezzi da 90... il primo è Kyburz ed è il best time in 33:22"

16:12 Arriva anche Lundanes che perde il primato. Per ora è terzo a 20". Lundanes è riuscito a perdere 1':22" di vantaggio e perdere altri 20", come avevamo anticipato è incappato in un errore proprio davanti alle telecamere.

16:14 sul traguado uno degli eroi di Primiero 2019, Gustav Bergman

16:16 Attenzio arriva Florian Hovald... dovrebbe passare al comando... 33':16".. ce la fa per 9". Al momento 2 svizzeri al comando.

16:17 Nemmeno il tempo di esultare che arriva qualcuno che mette tutti d'accordo: il norvegese Eskil Kinneberg. Il titolo è suo? Sì è così perchè Hubmann giunge con 6" di ritardo. Alzi la mano chi aveva pronosticato Kinneberg.

ù

Grande rammarico per Lundanes che ha dominato la prima parte, sbagliato al punto 12, e tentato il recupero.

Sul podio il più stupito di tutti pare essere il vincitore.

a cura di Pietro Illarietti

PARTNER UFFICIALI FISO