notizie internazionali
04/07/2017
WOC2017: LUNDANES E ALEXANDERSSON CAMPIONI LONG
Squadra Naz.

TARTU (EST): Amici dell'Orienteering buongiorno, oggi ai WOC2017 è tempo di Long distance. Una giornata infinita visto che le prove Long in programma sono ben 2: Le donne con partenza tra poco, e poi gli uomini.

Sono le 9:45 e aspettiamo con impazienza di vedere gli atleti allo start.

Per gli azzurri è stata una buona nottata di riposo al fresco della casetta scelta come ritiro e di buon mattino la piccola carovana si è messa in auto per raggiungere il luogo di gara. Oggi sarà molto importante curare nel dettaglio gli aspetti legati all'alimentazione vista la lunghezza della prova.

Bisognerebbe dire "sincronizziamo gli orologi" perchè la differenza di orario, l'Estionia è un'ora avanti, ha causato qualche problema ad alcuni concorrenti.

Per evitare qualunque malinteso ragioniamo sull'orario italiano.

9:49 - Al momento sul terreno di gara le condizioni meteo sono buone con qualche nube all'orizzonte. Purtroppo le previsioni non sono delle migliori e durante la giornata dovrebbe esserci un peggioramento.

Ricordiamo gli azzurri in gara oggi: Eleonora Donadini, Irene Pozzebon e Sebastian Inderst.

10:10 in attesa di avere maggiori dettagli dagli azzurri scorriamo la starting list

Per chi volesse seguire i risultati on line questo il link

10:14 è ufficialmente partita la prima donna: si tratta della danese Amanda Falck Weber
 

10:22 anche la TV estone inizia il collegamento.

10:24 In fase di riscaldamento Eleonora Donadini, la prima delle azzurre al via alle 10:36

GLI AZZURRI IN GARA OGGI:

12 194 Eleonora Donadini ITA 10:36
23 195 Irene Pozzebon ITA 10:58

122 191 Sebastian Inderst ITA 14:25

10:32 Mentre ci prepariamo a tifare per Eleonora Donadini notiamo i nuovi allestimenti curati dalla IOF che mettono in evidenza i nuovi partner commerciali. Main sponsor dell'evento è Nokia Tyres

11:36 parte l'azzurra Eleonora Donadini. Nonostante la giovane età durante la Sprint Relay ha dato prova di notevole autocontrollo. Ricordiamo che la comasca nei mesi scorsi ha avuto un infortunio che l'ha costretta a portare il gesso all'avambraccio. Questo non le ha impedito di allenarsi ma sicuramente non arriva al meglio della condizione atletica. Un dettaglio importante in una competizione in cui anche i big sono arrivati al 100%. Forza Eleonora.

11:00 Il primo collegamento telefonico con gli azzurri. Ci segnalano che quest'oggi il terreno è piuttosto pesante, nonostante il pallido sole, a causa della pioggia di ieri. La gara potrebbe essere idealmente divisa in 2 parti, una caratterizzata da una foresta di conifere, ed un'altra con paludi. Soprattutto in questa parte bisognerà prestare attenzione e leggere attentamente la carta perchè la fatica, causata dal terreno pesante, potrebbe indurre all'errore. 

10:58 Partita anche Irene Pozzebon

11:02 Eleonora Donadini risulta regolarmente in gara con il 13° tempo a oltre 10' dalla prima che è Kristina Yakubkina

11:04 Kristina Yakubkina (BLR) prima al terzo controllo con 18:41. Laura Joonas (EST) seconda (+00: 21), Anna Nilsson Simkovics terza (+00: 46).

11:23 Fra poco on line anche il commento spekerato dell'evento Mondiale che ricordiamo può essere seguito in streaminig a pagamento. Costo di ogni singolo evento 6 euro. Tutto il pacchetto 20.

11:30 le azzurre sono in gara. Donadini è partita lenta ora pare in recupero. 

12: 15 Lizzie Ingham (NZL) prima al 15 ° controllo con 66':00", Sandra Pauzaite (LTU) seconda (+02: 31), Irite Pukite (LAT) terza (+04: 02).

12:25 Collegamento telefonico con Marco Bezzi che è posizionato al punto spettacolo. "Sto aspettando le azzurre che non sono ancora passate, non pare essere una buona gara". Bezzi aggiunge un dettaglio che almento conforterà i concorrenti. "La giornata sta virando verso il meteo stabile. Al momento è decisamente caldo". 

12:30 Notiamo che tutte le donne sono partite. Sono da più di 10' nel bosco anche Tove Alexandersson (SWE) e Sabine Hauswirth (SVI).

12:30 Anche gli uomini sono partiti e quindi il Mondiale è entrato nel vivo pure per loro. Vista l'ora ne approfittiamo per un pranzo al volo visto che tra poco assisteremo al gran finale femminile.

Ecco i tempi con i piazzamenti parziali delle nostre azzurre

43 Irene Pozzebon 129:30 (43) +48:47
48 Eleonora Donadini 142:53 (48) +62:11

 

13:15 Maja Alm prima al 15 ° punto di controllo con il tempo di 55:43, Anastasia Rudnaya seconda (+02: 06), Merja Randanen terza (+ 04:07), Natalia Gemperle quarta (+4: 09). Solo Tove Alexandersson può insidiare il tempo di Maja Alm.

13: 35 Tove Alexandersson è campionessa del mondo 

CLASSIFICA UFFICIALE DONNE

1 Tove Alexandersson SWE  +00:00 79:10 (1)
2 Maja Alm DEN  +02:04 80:42 (2) +01:32
3 Natalia Gemperle RUS  84:46 (3) +05:36

Tove Alexandersson ha dominato, passando prima ad ogni punto di controllo. Regolare la prova di Alm, sempre in vantaggio fino all'arrivo della svedese che l'ha regolarmente battuta ad ogni intermedio. Gara in rimonta per la russa Gemperle, partita malissimo con un primo intertempo molto alto, è andata poi in crescendo fino ad ottenere il podio.

LE AZZURRE, RISULTATO FINALE:

52 Irene Pozzebon ITA 129:30 (52) +50:19

57 Eleonora Donadini 142:53 (57) +63:43

14:05  Abbiamo già visto partire Olaf Lundanes e Matthias Kyburz.

14:17 notiamo nell'arena di gara il Presidente della FISO Tiziano Zanetello accompagnato dalla moglie. L'occasione è ghiotta per scambiare 2 battute con il numero 1 federale.

"L'evento è bellissimo. Ci sono dettagli importanti che ne fanno percepire la qualità. Mi riferisco alle arene di gara, al maxischermo con cui seguire tutto al meglio, i percorsi ottimi".

14:18 Lasciamo un attimo il Presidente per ascoltare alcune dichiarazioni delle medagliate di oggi in conferenza stampa sotto il tendone. La più soddisfatta sembra la russa che ha agguantato il bronzo con grinta. Molto stanca Maja Alm che spiega di aver fatto la sua gara senza pressioni. La neo campionessa del mondo spiega come sia riuscita a dominare dando sempre il megio di sè.

14:29 Con un gioco di prestigio torniamo dal Presidente Zanetello che in questo momento è stata raggiunto da Sergio Grifoni, Maria Silvia Viti, Michele Barbone e Gabriele Viale.

"Domani sapremo se l'Italia si sarà aggiudicata i Modiali Master 2020 - svela il presidente - alle ore 12 locali, 11 per l'Italia, si tiene la conferenza stampa ufficiale".

14:32 Torniamo alla gara. In questo momento grande prova del russo Novikov che fa registrare il primo intertempo. Il russo è nel bel mezzo della palude. La regia lo inquadra mentre salta un tronco e sprofonda in una gigantesta pozza d'acqua.

14:39 Confermando di essere un campione Olaf Lundanes passa al 2° punto TV e fa registrare il miglior intertempo. Per lui un 35':12" ed è di 13" più rapido del russo Leonild Novikov.

14:43 Passa anche Daniel Humbmann che è 5° a 2':32"

15:05 In questo momento Sebastian Inderst occupa la 5^ posizione provvisoria. L'azzurro è partito molto prudente per poi prendere sempre più confidenza con la prova Long. Questi i suoi intertempi

5 Sebastian Inderst ITA -  23:59 (45) +07:08 - 48:53 (45) +13:40 -  104:33 (24) +23:51 - 128:21 (7)
+16:01 - 133:14 (6) +15:39 - 137:00 (5) +15:52

15:25 il duello tra gli uomini pare essere tutto tra Lundanes e Novikov... vediamo chi la spunta. La momento Lundanes è decisamente avanti, solo che per lui ci sono ancora 20' di gara da disputare.

15':39" Lundanes è primo a tutti gli intertempi sin qui. Novikov lo attende al traguardo con trepidazione dall'alto della sua leadership temporanea. La corsa del norvegese è potente e supera lungo il sentiero vari concorrenti partiti prima di lui.

15:42 Si è alzato un forte vento ma fortunatamente non piove.

15:44 Arrivano molti atleti sul traguardo. Questa immagine parla da sola e svela la durezza della prova.

15:49 Olaf Lundanes arriva tra 2 ali di tifosi festanti. Il norvegese è campione del mondo.

15:52 Il neo campione del mondo si getta a terra.

Il primo commento è ovviamente di felicità.  Racconta la gara come difficile dal punto di vista fisico, ma anche complessa, intricata dal punto di vista della tecnica di orientamento.

16:56 Arriva il campione del mondo Sprint, Daniel Humbann ma è fuori dal podio

1 Olav Lundanes NOR 105:25 
2 Leonid Novikov RUS 107:15  +01:50
3 William Lind SWE 1107:38  +02:13

 

16:02 Gli atleti salgono sul podio con Lundanes che respira ancora affannossamente per lo sforzo profuso. 

16:04 L'azzurro Sebastian Inderst si piazza al 35° posto a 31':35"

 

Amici dell'Orienteering, è stata un'altra lunga giornata di sport che ovviamente non finisce qui. Più tardi ci collegheremo con gli azzurri che oggi sono stati protagonisti. Al Tour de France mancano circa 40 km al traguardo con una fuga a 4. Vedremo di nuovo sfrecciare Marcel Kittel, Arnoud Demare o Mark Cavendish?

 

 

 

diretta web a cura di Pietro Illarietti

PARTNER UFFICIALI FISO