notizie internazionali
04/07/2017
WOC2017: INDERST IL NUOTATORE
Squadra Naz.

TARTU (EST): "Una gara fisica e molto dura, nella parte della palude ad un certo punto sono sfondato in una pozza talmente alta che quando l'acqua mi è arrivata al petto stavo per mettermi a nuotare. Poi, fortunatamente ho toccato il fondo con i piedi e sono riuscito ad uscirne. E' stata un'esperienza che in gara non avevo mai vissuto". L'avventura insolita è quella di Sebastian Inderst che oggi era impegnato nella Long dei WOC di Estonia. L'inedito episodio lo ha penalizzato essendo l'acqua piuttosto fredda. Dopo pochi minuti però l'atleta è riuscito a recuperare la piena funzionalità e tornare a concentrarsi sulla Long. 

L'ANGOLO DEL COACH: "Una buona prova per Sebastian - commenta il CT Daniele Pagliari - dove ci sono stati alcuni errori ma nel complesso la reputo positiva. Si è impegnato in tutta la stagione e nelle ultime 2 settimane è stato in Estonia per prepararsi al meglio".

Il giudizio sulla corsa femminile. "Avevamo al via 2 ragazze alla loro prima esperienza Mondiale e questo andava tenuto in considerazione. C'erano molti fattori che oggi entravano in ballo. Uno era appunto l'esperienza internazionale e la componente psicologica, il secondo era la componente fisica. Ci misuravamo con atleti maturi e preparatissimi. C'è poi un discorso tecnico, ossia la crescita tecnica che dobbiamo portare avanti. Infine la tecnica specifica su questi specifici terreni che non conoscevano così a fondo. Siamo all'inizio di un percorso".

Domani rest day in attesa della Middle. "Ci alleneremo sui terreni del Model Event. Già in primavera abbiamo potuto testarci. Dobbiamo solo scoprire se e quanto la vegetazione si è rinfoltita".

 

p.i.

 

PARTNER UFFICIALI FISO