notizie internazionali
08/06/2017
#TRICOLORE: DALLAVALLE, IL PIU' NAIF DEL GRUPPO
Nazionale

CROVIANA (TN): Roberto Dallavalle è uno dei talenti più grandi espressi dal movimento orientistico degli ultimi anni. Un atleta totalmente fuori dagli schemi, l'ultimo dei romantici, che si allena per passione. Non programma la stagione e gareggia per il gusto di farlo.Mai sopra le righe, delicato e riservato, ma dalla battura brillante e pronta. Grande giocatore di carte, Truffa è il classico compagnone che tutti vorrebbero in squadra. 

Per lui, sempre di poche parole, mai più di 4 o 5. Per questa ragione sono d'obbligo molte più domande rispetto ai suoi avversari orientisti che troverà a Vigolo Vattaro sulla strada per il tricolore.

Come arriviamo a questa prova?

Sto bene, al solito.

Ha preparato l'evento nei dettagli?

Non direi, non ho un programma preciso di lavoro e gareggio per divertimento.

Sprint o Middle?

Entrambe. Proviamoci poi vedremo cosa va meglio.

Chi sono i favoriti Sprint?

Riccardo Scalet, Giacomo Zagonel e Andrea Seppi.

E Dallavalle?

Io? Sì, anch'io in effetti.

Gli uomini da Middle?

Misha Mamleev, Riccardo Scalet e  Giacomo Zagonel.

E Dallavalle?

Sì, ci sono sempre.

Che stagione fino ad ora?

Direi bene. Sono contento con 2 Coppe Italia vinte (a San Primo e poi la Sprint di Marostica) e 3° ad Asiago.

Ancora le brucia la mancata punzonatura di Calaita ai Middle 2016?

Era un passaggio obbligato non pensavo ci fosse una lanterna in quel posto. Sì, comunque ancora mi girano...

In azzurro è solo una rinuncia parziale?

Alle prove di Coppa del Mondo di fine stagione potrei esserci.

Chi è più famoso in famiglia? (il fratello è Luca Dallavalle, campione del mondo di Mtb-O).

Nessuno dei 2.

Nemmeno al vostro paese?

Sì in paese ci riconoscono.

Suo fratello è più celebre per la Mtb-O o per le avventure estreme nello sci d'alpinismo?

Per entrambe le cose.

Come se lo spiega il fatto di essere esplosivo e anche resistente?

Perchè mi alleno e forse a livello nazionale questo basta.

Quanto si allena?

600 ore l'anno. Nelle pausa lavoro dalle 13 alle 15, poi nel week end mi piace andare sulle vette. Mi piace allenarmi in montagna e a lungo. Forse non il modo migliore per preparare gare che al massimo sono 100'.

E cosa manca per colmare il gap internazionale?

Devi essere un professionista. Molte ore le faccio con la corsa in montagna e lo sci. Poi qualche gara di Orienteering. Di fatto mi alleno in carta quando corro.

Lei non studia le aree di gara a tavolino come i suoi colleghi? 

Prepararsi a tavolino? No grazie, non fa per me. Così togli il bello dell'Orienteering. Parola di Roberto Dallavalle.

a cura di Pietro Illarietti

PARTNER UFFICIALI FISO