notizie internazionali
29/08/2017
RICCARDO SCALET TRA ORIENTEERING E CORSA IN MONTAGNA
Nazionale

CHAMONIX: Riccardo Scalet è reduce da 10 giorni trascorsi in Lettonia dove si è svolta la Coppa del Mondo di C-O. Per lui un'importante momento per testare i terreni per i prossimi WOC2018. 

Il commento dell'azzurro di rientro dalla trasferta internazionale: “I boschi della Lettonia sono ostici, con pendii e curve più accentuate rispetto ai recenti mondiali estoni. Fin da subito ho cercato di capire quali oggetti utilizzare per semplificare al massimo la navigazione, mentre durante le analisi ho cercato di elencare le caratteristiche del terreno e trovare zone simili in Italia per futuri allenamenti.” 

L’atleta tesserato Park World Tour Italia - Salomon ha disputato tutte le 3 gare di Coppa del Mondo (Middle distance, Staffetta e Sprint). 

Ecco una sua analisi sulla Middle distance: “Una buona prova. Sono partito determinato e cauto. Al primo punto ho cercato poi di aumentare il ritmo. In generale la gara era molto fisica (6,2km con 275 di dislivello), richiedeva una tecnica di navigazione grossolana tra le tratte, una dose di grinta per superare i fitti verdi e una maggiore attenzione in zona punto".

La spiegazione si fa molto tecnica. "Ho raggiunto al 7o punto i due atleti che mi precedevano, perdendo poi 1’ nella tratta per il 9 a causa di una brutta scelta nel giallo barrato (in realtà molto fitto e simile a un verde 3). In  generale sono contento e consapevole del lavoro che mi aspetta nei prossimi anni  per puntare alla top ten". 

 

La gara Staffetta: “Il lancio non é la mia frazione preferita, ma per la Nazionale lo faccio volentieri. In  generale la nostra prestazione è stata buona. Io, Mattia Debertolis e Sebastian inderst  siamo contenti del 15° posto. Anche qui la Top Ten è un traguardo possibile".  

Infine la Sprint : “Ho ottenuto la qualificazione  per la finale.  Le gambe erano stanche, ma come per tutti quelli impegnati nelle 3 gare.  Ho perso circa 30” per scelte diverse. Ma in generale sono molto soddisfatto del distacco limitato dal vincitore di 1’08” e di essermi confermato nei top 25”.  

Il prossimo appuntamento con l’orienteering italiano per Riccardo Scalet, sarà in occasione dei Campionati Italiani – distanza classica  e Staffetta - in Alpago-Cansiglio il 9-10 settembre. 

Il trentino è però attivo anche in altre discipline come la corsa in montagna e ora è già a Chamonix per correre il YCC (Young Courmayeur Chamonix), tappe dell’ Ultra Trail du Mont Blanc. Le gare saranno due, oggi pomeriggio un prologo sprint a Chamonix di 3-4km, e mercoledì mattina la YCC a Courmayeur (15km con 1200 metri di dislivello). 

 

p.i.

PARTNER UFFICIALI FISO