notizie internazionali
06/02/2017
JANOS MANARIN: CI ASPETTA MOLTO LAVORO CONDIVISO
Nazionale

MIANE (TV): Janos Manarin, trevigiano classe 1965, è da sempre un apprezzato tecnico e da più di 4 anni ricopre incarichi importanti in seno alla FISO dove oggi ha il ruolo di vicepresidente. Da poco è entrato anche a far parte della Foot-O Commision della IOF.  Di seguito, per lui, le domande che abbiamo rivolto anche agli altri consiglieri federali nei mesi scorsi.

  • E' stato rieletto a Consigliere FISO, la soddisfazione personale è molta?

Certo è una grossa soddisfazione, essendo io un tecnico in questo mondo, dell’Orienteering, fatto di tecnici. Ero piuttosto confidente nella rielezione, il numero di voti e gli aprrezzamenti che molta gente mi ha manifestato sono sicuramente motivo di orgoglio.

  • Durante i primi 2 anni del suo mandato è stato coinvolto in maniera importante dai WOC2014, un successo pieno anche per l'Italia quel Mondiale?

E’ stata una manifestazione che ha comportato uno sforzo fisico e mentale superiore alle mie aspettative. I risultati hanno ampiamente ripagato lo sforzo. I WOC mi sono serviti molto per fare esperienza soprattutto per le manifestazioni di livello internazionale. Usufruirò certamente di ciò che ho imparato nell’organizzazione delle prossime manifestazioni e nella mia nuova avventura in Foot O Commission.

  • Quali sono i risultati che ritiene più importanti nel suo settore di competenza?

Credo che qualcosa di buono lo abbiamo fatto. Purtroppo i primi due anni sono volati con le organizzazioni, poi ci siamo messi a lavorare sui regolamenti cercando di semplificarli e di renderli il più funzionali possibile. Sfortunatamente qualche defezione e la restrizione del budget ci hanno costretto a riversare su pochi un lavoro che avrebbe richiesto molte più risorse.

  • Si era parlato di semplificazione e di trasversalità nella sua presentazione di 4 anni fa. Crede sia un obiettivo raggiunto? Eventualmente dove si può ancora migliorare?

Credo ci sia ancora molto da lavorare e spero che nei prossimi 4 anni potremo dividere i compiti fra più persone all’interno del Consiglio e se possibile anche al di fuori del Consiglio. Personalmente sarò occupato in altre organizzazioni (ISF o 5 giorni d’Italia) e anche con gli impegni internazionali, ma lavorando assieme alla Commissione Tecnica spero di dare il mio contributo al miglioramento e all’efficienza della nostra Federazione.

 

JANOS MANARIN 4 ANNI FA (leggi l'intervista da qui):

Pietro Illarietti

PARTNER UFFICIALI FISO