notizie internazionali
15/05/2000
IOF NOTIZIE - NUMERO 2000/3 - 29 marzo
Tutti


VIAGGIO INTORNO AL MONDO: COME L'ORIENTAMENTO SI DIFFONDE TRA GLI STUDENTI E I GIOVANI------



Il presente notiziario é stato compilato da Birthe Helms, responsabile dell'IOF Development Project (Progetto IOF per la Diffusione dell'Orientamento). La signora Helms sará ben felice di ricevere qualunque informazione relativa alla diffusione dello sport orientamento nelle scuole e nelle associazioni giovanili di tutto il mondo.



Insegnare ai giovani come orientarsi permette allo stesso tempo di trasmettere loro un enorme valore educativo e li introduce ad uno sport che é una vera sfida in un ambiente del tutto naturale. In un'epoca in cui c'é una crescente competizione per accaparrarsi i giovani che si dividono tra sport di ogni tipo e mille altre attivitá, l'orientamento deve "riuscire ad emergere" in modo piacevole. Appositi programmi per introdurre l'orientamento nelle scuole e tra i giovani che hanno ottenuto un riscontro positivo, puntano sul divertimento, sulle tecniche di apprendimento passo dopo passo e sulla sicurezza.



Molte federazioni affiliate alla IOF hanno promosso progetti destinati a migliorare la consapevolezza dell'esistenza di questo sport e le sue qualitá educative e quindi a fare in modo che sempre piú giovani partecipino allo sport agonisticamente. Per sottolineare quanto sia l'importanza che la Federazione Internazionale attribuisce alla diffusione di questo sport tra i giovani, lo scorso agosto in Scozia, nel corso della Conferenza dei Presidenti (Presidents' Conference) é stato affrontato il tema "programmi per la diffusione dell'orientamento nelle scuole e tra i giovani". Sempre alla Conferenza sono stati letti i risultati di un questionario mandato a tutte le Federazioni nazionali all'inizio dell'anno e sono stati presentati i metodi giá usati in Italia, Norvegia, Francia, Spagna, Sud Africa e Stati Uniti.



Sempre piú nazioni contribuiscono a rendere l'orientamento uno sport per i giovani piú di quanto non lo sia attualmente. Di seguito verranno descritti i metodi attualmente usati in alcuni Paesi.



Forniteci informazioni!



Per riuscire nella stesura di altri notiziari come questo in futuro, gradiremmo ricevere informazioni sugli sviluppi dei progetti finalizzati alla diffusione dell'orientamento nelle scuole e tra i giovani. Questo é anche il posto giusto per pubblicare i titoli dei libri usciti recentemente, CD, video, ecc. che possono venire usati in altri Paesi e se ce ne spedite una copia, Birthe Helms sará ben felice di poterla visionare. Sia le informazioni che il materiale va spedito a:

Birthe Helms, Gravbaekvej 4B, Virklund, DK-8600 Silkeborg, Denmark,

tel. e fax: 00 45 8683 7495

e-mail: bhelms@worldonline.dk



******************************************************************



LA PROMOZIONE DELL'ORIENTAMENTO NELLE SCUOLE DANESI



Durante gli ultimi cinque anni, circa metá delle societá orientistiche danesi hanno partecipato al progetto di promuovere e sostenere l'insegnamento delle tecniche orientistiche durante le lezioni di educazione fisica nelle scuole di tutto il Paese. Il progetto si proponeva di:



*Assicurarsi che il maggior numero possibile di studenti durante il proprio corso di studi partecipi a una serie di lezioni sull'orientamento. Durante le lezioni viene data la prioritá ai seguenti elementi:



ø capacitá di leggere e capire una cartina

ø capacitá di usare una bussola

ø capire la necessitá di proteggere e rispettare la natura

ø capire quanto l'attivitá fisica e uno stile di vita sano possano influenzare l'essere umano.



*Fornire gli insegnanti di sufficienti conoscenze, qualifiche e informazioni pratiche in modo tale che insegnare l'orientamento diventi un'accessibile alternativa agli altri sport.



ø A circa 150 istituti sono state consegnate cartine della propria scuola (disegnate dalle societá orientistiche del posto).

ø Circa 1000 lanterne fisse sono state piantate nei boschi vicini alle suddette scuole.

ø Circa 350 insegnanti hanno partecipato a dei corsi (2 lezioni di 4 ore) istituiti in tutta la Danimarca, i cui istruttori provenivano dall'Universitá danese di Educazione Fisica.

ø le scuole interessate hanno ricevuto diversi opuscoli, depliant e altro materiale da poter utilizzare durante le lezioni di orientamento.



Un altro obiettivo, ma a lungo termine, del progetto é naturalmente quello di assicurarsi che sempre piú bambini sperimentino questo sport durante il corso dei loro studi scolastici e che le societá locali a loro volta sperimentino gradualmente un aumento nel numero degli iscritti. Questo implica che le societá siano in grado di garantire la continuitá del progetto iniziale. Seguendo un nuovo progetto, a partire dal 1997 la Federazione Orientistica Danese (DOF) sostiene ogni anno 3-5 societá per migliorare e aumentare la qualitá e la quantitá delle attivitá destinate ai membri piú giovani delle nostre societá orientistiche.



Per poter prendere parte a questi progetti e ricevere dalla DOF l'aiuto di un esperto nonchè l'aiuto finanziario, le societá devono firmare un contratto in cui si impegnano a promuovere un certo numero di attivitá, corsi e incontri per tutta la durata del progetto. L'esperto della DOF s'impegna a seguire i progressi fatti da ciascuna societá e a promuovere degli incontri in cui le societá partecipanti possono scambiarsi le esperienze e trarre ispirazione l'una dall'altra.



Tutte le societá partecipanti hanno riscontrato un aumento nel numero di iniziative e dei soci nella fascia d'etá 9-14 e ora il progetto ha ottenuto grande approvazione ovunque.



Per ulteriori informazioni scrivere a Birthe Helms e-mail: bhelms@worldonline.dk



**************************************************************************



I CAMPIONATI IN CITTÁ DI HERLUSFSHOLM



Herlufsholm OK, la societá orientistica di Naestved, una cittadina a sud di Copenaghen, é una delle societá che hanno partecipato al progetto appena descritto nelle scuole danesi. Cinque anni fa hanno promosso il "Campionato in cittá" aperto alle classi 5a e 6a, (11 e 12 anni) delle scuole con cui hanno lavorato.



Le gare, per ciascun gruppo d'etá, consistevano in staffette a tre per squadre miste di sei persone che partivano in coppia su percorsi facili. C'erano molti premi e le scuole che iscrivevano 2 o 3 squadre per ogni classe venivano ricompensate in modo tale da incoraggiare i ragazzi a partecipare. La manifestazione ha raggiunto una certa popolaritá; l'anno scorso hanno partecipato 466 bambini da 10 diverse scuole. C'é un feroce agonismo per riuscire a vincere i premi, forniti dalle imprese e dai negozi della cittá, e i trofei piú importanti.



Dopo la corsa, ai ragazzi vengono proposte altre attivitá alle quali possono partecipare rimanendo sul luogo della gara. Cosí ogni ragazzo rimane finchè l'ultimo partecipante ha finito di gareggiare e fino alla fine delle premiazioni, creando un clima coinvolgente.



Il "Campionato in cittá" e l'intero progetto offrono vantaggi anche alla societá orientistica di Naestved: l'hanno scorso si sono iscritte tre nuove famiglie che prima non conoscevano l'orientamento.



Per ulteriori informazioni telefonare a Bent Börsting: 00 45 5545 0270



*************************************************************************



GIOVANI ESPLORATORI - L'ESPERIENZA DELL'INGHILTERRA



Si chiama "Explorer Challenge" (letteralmente: la sfida dell'esploratore, n.d.t.) ed é un'iniziativa a premi che si propone di incoraggiare i giovani ad avventurarsi nei boschi e nei prati con l'ausilio di cartine.



Lo schema si basa sul raggiungimento di 4 diversi livelli, al completamento di ognuno dei quali si riceve un premio. I partecipanti devono riuscire a piazzare delle lanterne. Chi ne piazza 25 vince l'Albero (Tree Award), chi ne piazza 50 vince il Cespuglio (Copse Award), 75 per il premio del Bosco (Wood Award) e 100 per la Foresta (Forest Award).



Ad ogni livello viene consegnato un distintivo di stoffa e/o un diploma. Le lanterne vengono segnate su una card che ne registra i progressi (Explorer's Personal Logbook).



Il premio é istituito dall'Associazione Orientistica delle Scuole Inglesi (BSOA), affiliata alla Federazione Orientistica Inglese. La BSOA organizza ogni anno i Campionati Studenteschi di Corsa d'Orientamento e sostiene questo sport nelle scuole in molti modi. Un opuscolo colorato descrive bene l'Explorer Challenge e se ne possono avere delle copie e altre informazioni sulle iniziative della BSOA scrivendo a BSOA, c/o Wallend Cottage, Wallend Kirkby in Furness, England LA17 7UJ o utilizzando la posta elettronica: stone@btinternet.com



********************************************************************



ORIENTAMENTO PER GLI SCOUT INGLESI



Pauline Olivant, una delle tre responsabili per la Diffusione dell'Orientamento nelle scuole, si é prodigata per far conoscere l'orientamento agli scout. L'associazione scoutistica ha di recente lanciato il premio "Scout Orienteering Badge" e i requisiti finali per vincere il premio sono:



*usare una cartina 1:10.000, essere in grado di analizzarla e trasferire importanti dettagli da una cartina campione.



*partecipare a una gara di corsa d'orientamento e completarne il percorso.



Pauline ha organizzato una gara per i gruppi scout usando la cartina di un parco vicino al Campo del Distretto degli Scout. In preparazione all'incontro, ai gruppi é stato dato del materiale che spiegava i requisiti necessari per vincere il premio e le basi dell'orientamento e anche delle cartine del progetto BSOA per il riutilizzo delle vecchie cartine (BSOA's ReUse Old Maps) per poterne studiare i percorsi, ecc.



Il giorno della gara, ogni Scout ha partecipato a un esercizio di tecnica di posa lanterne in un percorso a stella (star course). Poi hanno partecipato ad una gara di colore bianco (in Inghilterra, colore che indica una gara facilissima, n.d.t.), che hanno tutti facilmente portato a termine. Infine é stata organizzata una gara di colore giallo (un po' piú difficile della bianca, n.d.t.), che si estendeva maggiormente nel parco. Pauline é stata aiutata da una Guida Scout che a suo tempo aveva partecipato a delle gare e da un esperto (M14) di una vicina societá orientistica. Altro aiuto é stato fornito anche dalle Guide Scout presenti alle gare.



A tutti gli scout é piaciuta la corsa d'orientamento e anche le guide hanno avuto modo di scoprire questo sport. A ogni scout é stato dato il calendario delle prossime gare. Il Distretto parla giá di organizzare qualcosa per il prossimo anno e di invitare anche i distretti vicini.



************************************************************************







ESPLODE L'ORIENTAMENTO TRA I GIOVANI CINESI



Sconosciuto fino a pochi anni fa, ora in cittá come Pechino e Shanghai le societá di corsa d'orientamento sono spuntate come funghi in seguito all'enorme interesse che ha destato la visita del Park World Tour (PWT) in Cina e alle successive iniziative che ne sono derivate. L'ultima gara organizzata lo scorso anno dal Park World Tour é stata il trampolino di lancio per la diffusione dell'orientamento a Shanghai. Anders Vestergä'rd, Presidente del PWT afferma che "Durante quel fine settimana l'assessorato alla Pubblica Istruzione di Shanghai ha deciso che inserirá la corsa d'orientamento nel programma istituzionale di ogni studente a partire dalla scuola materna fino all'universitá. Significa che ogni anno, conosceranno l'orientamento piú di 2,5 milioni di studenti!"



Shanghai e la circostante provincia di Zhajiang hanno preso accordi con la nuova organizzazione PWT Cina che s'impegnerá a rilevare delle zone adatte e fornirá il materiale, le risorse e l'esperienza necessaria. Quest'organizzazione, formata dagli svedesi Jörgen Mä'rtenssons e Gä'vert Wä'ä'g e dalla loro rappresentante cinese, la signora Donna Li, sta facendo conoscere l'orientamento a milioni di studenti in diverse provincie cinesi, con il beneplacito del Ministero della Pubblica Istruzione e dei Provveditorati. I cartografi europei hanno giá disegnato una trentina di cartine nei campus universitari cinesi. L'assessorato alla Pubblica Istruzione di Shanghai ha organizzato un campo orientistico invernale al quale hanno partecipato 20.000 giovani nonostante le cattive condizioni atmosferiche. Circa 500 orientisti cinesi parteciperanno quest'anno all'O-ringen a Hallsberg in Svezia.



*************************************************************************



NUOVE INIZIATIVE DELLA LEADERSHIP GIOVANILE SVEDESE



I corsi invernali di corsa d'orientamento per bambini e giovani che si tengono nella Svezia meridionale, traboccano di iscritti. Una nuova iniziativa della Federazione Orientistica Svedese (SOFT) si propone cosí di offrire il corso via internet attraverso il sito web della federazione. I partecipanti potranno accedere al corso tenuto in rete a intervalli regolari e dovranno rispedire una prova scritta prima di passare al livello successivo. Si spera che si vengano a formare dei piccoli gruppi di discussione tra i gli orientisti che seguono il corso. Ulteriori informazioni presso Lars Greilert, e-mail lars.greilert@orientering.se



**************************************************************************



IN SVEZIA ESCE UN NUOVO CD PER IMPARARE L'ORIENTAMENTO



La SOFT ha anche prodotto un CD-ROM, uno strumento multimediale che presenta un'introduzione all'orientamento. É stato progettato per i nuovi atleti ma può essere usato anche nelle scuole per bambini dagli otto anni in su. S'insegna come usare una cartina e una bussola e le tecniche di base dell'orientamento. Il CD contiene figure, animazioni, dei brevi testi e alla fine di ogni capitolo, un riassunto. Per informazioni: Swedish Orienteering Federation, e-mail: info@orientering.se



***************************************************************************



SVIZZERA: UN PROGETTO PER LE SCUOLE



L'ultima versione del software OCAD comprende dei simboli introdotti soprattutto per disegnare le cartine delle scuole, per disegnare quindi alberi isolati o cespugli, lampioni e perfino cassonetti delle immondizie. Renderá piú facile la vita ai cartografi svizzeri che devono rilevare e aggiornare le cartine delle scuole nel loro Paese; si tratta di un progetto che si propone di combattere l'abbandono dell'orientamento tra molti giovani manifestatosi negli ultimi anni.



É stata istituita una speciale commissione denominata SCOOL con l'obiettivo di coordinare le varie iniziative che caratterizzano il progetto destinato soprattutto ai ragazzi dai 10 ai 12 anni. Nei prossimi tre anni verranno disegnate oltre 800 cartine di scuole e centri cittadini. Ulteriori informazioni sul sito web della Federazione Svizzera: www.solv.ch/scool/karten.html



***************************************************************************



ISRAELE OSPITA I CAMPIONATI STUDENTESCHI



Quest'anno i Campionati Studenteschi di Orientamento si terranno a Ashdod, sulla costa Mediterranea di Israele, dal 12 al 18 aprile. I campionati comprendono due gare a distanza classica e a breve distanza, piú una staffetta dell'amicizia per squadre con atleti provenienti da Paesi diversi. Ci saranno premi per i primi 6 classificati e le prime 3 squadre per ogni categoria; nelle gare individuali verranno inoltre premiate le migliori squadre divise per scuola. Per ulteriori informazioni visitate il sito web www.education.gov.il/sport o scrivete all'indirizzo e-mail: ofershi@netvision.net.it



***************************************************************************



ORIGAMES



Origames é una serie di giochi, quiz e appunti destinati all'insegnante per rendere l'orientamento piú divertente. É opera di due italiani, Gabriele Viale e Marzio Bomitali dello Sport Orienteering Service (www.orienteering.it ). É stato recentemente tradotto in inglese in collaborazione con la IOF e sponsorizzato dalla Suunto. Il cofanetto comprende un opuscolo per insegnanti di 64 pagine, un opuscolo introduttivo di 16 pagine dal titolo "Guida Pratica all'Orienteering: Impara, Gioca, Esplora" e quattro giochi: Oritombola, Il giro della volpe, Oriquiz e Oripuzzle. É destinato ai bambini che intendono iniziare a praticare l'orientamento: potranno apprendere i rudimenti delle tecniche orientistiche che permetteranno loro di gareggiare nelle categorie piú semplici. É adatto per le scuole, gruppi giovanili e per uso familiare. La pubblicazione é imminente: attenti alle date!



Sono in fase di preparazione anche delle versioni in spagnolo e in francese e verranno probabilmente pubblicate verso la fine della primavera.

PARTNER UFFICIALI FISO