notizie internazionali
10/06/2017
C-O: SCALET, ILTRICOLORE E'DI CASA
Nazionale

(La gioia di Riccardo e Carlotta Scalet, entrambi della Valle di Primiero ma tesserati per team differenti @photo Mosna).

 

VIGOLO (TN): La vittoria è una questione di famiglia e a Vigolo-Vattaro, borgo nell’atopiano della Vigolana. I trentini Riccardo Scalet (13’:46” Park World Tour Italy) e Carlotta ScaleT (13’:14”S.Club Merano) si sono laureati campioni italiani Sprint nella categoria Elite.

Alle loro spalle Eleonora Donadini (Pol Besanese 14’:02) e Marketa Tesarova (Ori Trieste 14’:17”) che non competeva per il titolo, quarta, ma terza delle italiane, Viola Zagonel.

Tra i maschi il battutto è Andrea Seppi (Erebus Vicenza 14’:20”) e bronzo ad Alessio Tenani (14’:40”).

Nelle categorie giovanili W19-20 Francesca De Nardis (Pol. Masi) ha battuto Alice Selem (Ori Galilei) e Jessica Lucchetta (Tarzo). Scendendo di età, W16, vittoria a Anna Pradel (Primiero) su Rachele Gaio (Primiero) e Vera Chiusole (SC Merano).

Al maschile M19-20 titolo a Samuele Tait (Gronlait) davanti ad Andrea Melioli (Interflumina) e Fabio Brunet (Primiero). In M15-16 oro a Damiano Bettega (Pavione) su Pietro Palumbo (Crea Rossa) e Alberto Bazan (Treviso).

Tocca ai vincitori raccontare la loro gara. 

Riccardo Scalet: "Una bella soddisfazione per questo titolo che è il mio primo nella categoria Sprint in Elite. Sono partito piuttosto forte, guadagnando subito del margine. Poi nel finale le gambe non erano più brillanti. Non avendo però commesso errori ho mantenuto un buon margine di vantaggio che mi ha regalato il titolo italiano". Domani la Middle. "Certamente penso anche a domani, dove ci saranno altri avversari molto agguerriti, ma credo di essere pronto".

Andrea Seppi. "Non posso recriminare nulla. Soddisfatto per avere fatto il massimo di quello che era nelle mie possibilità". Il triestino nei mesi scorsi ha sofferto per un infortunio alle costole. "Non cerco scuse, non mi piace. Anche se devo ammettere che è vero, non sono al massimo".

Alessio Tenani. "Come sapete avevo dichiarato che puntavo al risultato. Ho capito di aver disputato una buona prova quando Scalet non è riuscito a raggiungermi. Lui partiva un minuto dietro a me. Sono partito piuttosto regolare ed ho mantenuto la mia andatura senza perdere, in pratica la mia seconda parte di gara è stata in linea con chi ha fatto meglio". 

Carlotta Scalet: "Come sapete torno poco in Italia (vive a Graz in Austria), ma quando posso vengo volentieri. Vincere è bellissimo. Vincere in contemporanea con mio fratello è speciale. Nella categoria Elite non era mai successo. La prova? Molto dura, ricca di salite".

Eleonora Donadini, vera e propria sorpresa di giornata, perchè gareggiava con un tutore al braccio in seguito ad una frattura. "Un risultato ottimo. Certo il divario, 40" è elevato, ma non credo potessi pretendere di più da me stessa. In questo periodo ho dovuto osservare 10 giorni di riposo e poi riprendere gradualmente con gli allenamenti. Devo dire che sono molto veloce del punto di vista atletico e la gara rapida di Vigola Vattaro mi ha favorita. Sto lavorando molto per crescere, soprattutto approfittando della vicinanza (è di Val Morea vicino a Como) con la Svizzera, dove mi alleno spesso con un team ticinese".

Marketa Tesarova: "L'Italia è una sorpresa continua, ogni volta qui da voi posso visitare posti fantastici. Rispetto alla Repubblica Ceca avete centri storici affascinanti e tecnici. La mia specialtià è il bosco, aspettatemi domani".

La gioia degli organizzatori dell'Oripergine è nelle parole di Gino Vivian. "Che dire, tutto è andato bene. Forse solo il caldo estivo ci ha colto impreparati. Per il resto il team ha girato a meraviglia, e i quasi 800 concorrenti hanno goduto di una grande giornata di sport".

Sulla stessa linea il Presidente Consorzio Turistico Vigolana, Daniele Corsini. "Una vera giornata di sano sport. Per noi è stato un evento dal grandissimo valore turistico e culturale. Il nostro territorio, posizionato tra la città ed il lago, ha accolto con vivo interesse i Campionati Italiani".

Presenti a Vigolo Vattaro anche il Sindaco, David Perazzoli, l'assessore allo sport, i rappresentanti della Forze dell'Ordine, gli alpini e le Pro Loco. La FISO era rappresentata da Giuseppe Simoni e Janos Manarin

La gara è stata tracciata in modo egregio da Simone Grassi che negli anni ha maturato una grandissima esperienza nelle prove urbane.

Domani ci si sposta nel bosco di Sabbionare di Vigolo Vattaro per la Middle dove è atteso anche il Presidente Fiso, Tiziano Zanetello.

CLASSIFICHE

DOWNLOAD IMMAGINI VIDEO

 

Dall'Altipiano della Vigolana, Pietro Illarietti

PARTNER UFFICIALI FISO