notizie internazionali
03/11/2017
C-O: IL GRAN FINALE SPRINT A BOLOGNA
Nazionale

BOLOGNA: 650 iscritti per gara sono sicuramente un ottimo biglietto da visita per la 2 giorni di competizioni del circuito Sprint Race Tour che si tiene nel capoluogo emilano nei quartieri di Navile e nel centro storico.

L'organizzazione è a cura della Polisportiva Circolo Dozza che in questo caso è guidata da Dario D'Amico.

Presenti quasi tutti gli Elite più forti. Tra le donne gli organizzatori segnalano al via anche la britannica Sarah Rollins che dopo aver vinto al Rome Meeting si presenta al via con ambizioni di vittoria.  

Tra le italiane presenti Christine Kirchlechner ed Heike Torggler (S.C. Merano), le sorelle Adrienne e Andreina Brandi (CCRoma), il quartetto della besanese Irene Pozzebon, Eleonora Donadini, Anna Caglio, Maria Chiara Crippa, le primierotte Jessica Orler, Viola Zagonel, Arianna e Francesca Taufer, la bellunese Anna Giovanelli (Ori. Dolomiti). Chi sarà particolarmente a proprio agio saranno Lucia Curzio e Laura Carluccio (Masi) che conoscono molto bene i vicoli ai piedi del San Luca.  

Tra i maschi sicuri protagonisti Roberto Dallavalle (Monte Giner), Sebastian Inderst (PWT Italia), l'ucraino campano, Marek Hadam (Agropoli), Giacomo Zagonel, Mattia Debertolis, il blocco del GS Pavione, Walter, Damiano e Davide Bettega. Giocano in casa e meritano attenzioni Alessio Tenani, Lorenzo Pittau e Samuele Curzio (Masi).

"Siamo molto soddisfatti del risultato - afferma Dario D'Amico, organizzatore - stiamo lavorando da 1 anno e mezzo a questo evento. Dei 650 iscritti avremo 200 stranieri e tra questi anche giapponesi e israeliani. Probabilmente la presenza della tratta Ryan Air su Bologna ha facilitato le iscrizioni da oltre confine".

D'Amico svela come la più vecchia società della regione (codice 206) abbia potuto ottenere questo risultato. "Grazie ai circa 40 volontari che si sono prestati ed ai tecnici che ci hanno aiutato. Per riuscire a sviluppare questa 2 giorni abbiamo avuto anche il supporto di tutta la Polisportiva che con convinzione si è prestata per le attività di segreteria e logistica".

"La nostra è una polisportiva che prende il nome dal primo sindaco di Bologna, Giuseppe Dozza (per 21 anni primo cittadino), da con confondere con la cittadina imolese di Dozza. L'Orienteering a Bologna si è sviluppato grazie alla presenza di molti orientisti impegnati negli studi come Dario Beltramba che poi è stato seguito da altri orientisti".

Cosa ci si aspetta dalle prove del week end. "Avremo 2 gare differenti tra loro. Quella del sabato con un terreno molto aperto e dei parchi inserito in un contesto urbano ma periferico nel quartiere Navile. Domenica invece si passa al centro storico classico con molte vie intricate. Speriamo che il meteo possa reggere pechè per domenica è previsto un peggioramento".  Tracciatori delle prove Paolo Dissette e Fabio Fiorini.

a cura di Pietro Illarietti

PARTNER UFFICIALI FISO