NOTIZIA NAZIONALE

SCI-O: DOPO I MONDIALI UNIVERSITARI SI VOLA IN USA

TRENTO: La piccola delegazione azzurra, composta da Nicolò Corradini e Stefania Corradini è rientrata in Italia dopo l'esperienza ai Mondiali Universitari in Estiona.

Un rientro tribolato a causa dell'annullamento del volo che li doveva riportare all'aeroporto Catullo di Verona. La città scaligera ha subito, come molte altre europee, alcuni disagi dovuti al maltempo. 

"Da Francoforte avremmo dovuto atterarare appunto a Verona - conferma coach Corradini - ma siamo stati costretti ad un giorno extra in Germania per poi atterrare su Venezia. Da qui uno spostamento in treno a Verona e in auto verso la Val di Fiemme dove siamo giunti a tarda notte".

Anche l'evento iridato ha presentato inconvenienti logistici. "Il Mondiale è stato ben organizzato e le location di gara si sono rivelate ottime. Il problema erano gli spostamenti con il bus e ogni giorno avevamo circa 1 ora e mezza di trasferimento. Ciò era dovuto al fatto che alcune prove dovevano essere inizialmente svolte in un parco cittadino ma la neve si è sciolta nei giorni precedenti a causa delle forti pioggie. Gli organizzatori hanno così dovuto adottare un piano B e spostarci in un centro sci di fondo a parecchi chilometri dalla città di Tartu"

Alcune considerazioni sulle prestazioni agonistiche di Stefania Corradini. "Il rammarico è per la rottura di un attacco alla prima giornata che ha condizionato anche la prova seguete ad inseguimento. Stefania non è una ragazza che si risparmia e forse questa foga agonistica l'ha portata alla rottura dell'attacco. Nella Middle finale qualche piccola sbavatura ma abbiamo conseguito un buon risultato che poteva essere anche migliore. Deve trovare sicurezza e costanza ma la sciata era facile. Ci vuole un po' di tempo ma sta lavorando bene".

Il prossimo appuntamento con i Mondiali Universitari è tra 2 anni. "Sarebbe ora importante arrivare con un team competitivo alle Universiadi di Russia del 2019 che si tengono nella stessa location in cui si svolsero i Mondiali assoluti 2017".

Sabato mattina presto gli azzurri partono per Londra e poi Boston dove sono in programma le finali di Coppa del Mondo di Sci-O. Un nuovo volo e una nuova esperienza aspetta la Nazionale.

 

Pietro Illarietti