NOTIZIA NAZIONALE

IL MOC SI E' CHIUSO CON IL TRIPLETE DI HUBMANN

Daniele Hubmann  conquista il Triplete al MOC 2018, nelle donne primo successo per Natalia Gemperle. Il MOC camp scelto nuovamente dalla IOF per testare i nuovi format mondiali. Tra i tecnici internazionali presenti anche Janos Manarin in rappresentanza della Foot-O commission.

TARRAGONA (SPA)– Daniel Hubmann si consacra anche in terra spagnola “el Rey” della quattordicesima edizione del MOC – Mediterranean Orienteering Championship - disputatasi per la prima volta in Catalunya grazie alla collaborazione di  PWT Italia e un team di società della Federazione Orientacio Catalunya  capitanate nell’occasione da  Sebastián Ordóñez Ibáñez e dal club Montsant  Orientacio di Tarragona.

Sul gradino più alto del podio insieme all’otto volte campione del mondo svizzero è salita la russa Natalia Gemperle, che ha saputo imporre la sua classe e dopo il titolo di vice campionessa del mondo Sprint dello scorso anno ha deciso di ripartire proprio sulle mappe dell’assolata Espana per preparare al meglio la sfida alla corona mondiale 2018.

Il MOC di quest’anno, oltre ai numeri importanti di ben 1.000 atleti partecipanti complessivamente (tra MOC tour  in Barcellona, MOC Camp in Berga e MOC Championship in Tarragona) con 38 nazioni rappresentate, ha concluso come noto anche una settimana di preparazione specifica per la prove sprint grazie al training Camp promosso da PWT con il coordinamento di Emil Wingstedt, ed il supporto in loco del Club Orientacio Bergueda  e ha consentito alla IOF di testare e approfondire lo studio circa la formula migliore da adottare nei primi mondiali urban del  2020 che si disputeranno in Danimarca.  

 

Per i puristi della tecnica – assodata ormai la scelta della formula knock out a batterie – resta da definire come gestire al meglio “forchette e farfalle” per evitare di trasformare la gara in una corsa ad inseguimento, ma al tempo stesso per cercare di conciliare le esigenze televisive del format che proprio in coincidenza dei forking diventano di difficile interpretazione per il grande pubblico e per chi non è “un addetto ai lavori”.

Buone notizie anche da Casa Italia e dagli atleti azzurri presenti con: Sebastian Inderst, Giacomo Zagonel, Riccardo Scalet, Alessio Tenani, Tommaso Scalet, Lia Patschider, Viola Zagonel, Anna Giovanelli, Francesca Taufer, Anna Caglio, Eleonara Donadini e Carlotta Scalet, dopo il training camp allargato, si sono distinti anche nelle tappe finali; oltre alla crescita progressiva di tutto il gruppo, è da segnalare in particolare il buon inizio di stagione di Riccardo Scalet capace di classificarsi al 10°  posto assoluto del MOC Championship e di una progressione straordinaria nel test mondiale a Cardona-Solsona, con vittoria nel proprio quarto di finale, secondo posto in semifinale e 4°nella finale, dimostrando soprattutto una maturità e capacità di corsa che sembra veramente averlo avvicinato sensibilmente ai tempi dei vincitori.

Tutti i risultati e le immagini sulla pagina fb PWTorienteering .

 

XIV edition of MOC 2108
Mediterranean Orienteering Championship

Results best 6 overall

Women
1 Natalia GEMPERLE; 2 Anna DVORIANSKAIA; 3 Kirsi NURMI, 4 Sari ANTTONEN, 5 Andrine BENJAMINSEN, 6 Jo SHEPHERD,   21. Anna CAGLIO

Men

1 Daniel HUBMANN, 2 Jonas LEANDERSSON, 3 Isac VON KRUSENSTIERNA, 4 Frederic TRANCHAND, 5 Tim ROBERTSON, 6 Oystein Kvaal ØSTERBØ, 10 Riccardo SCALET, 19 Sebastian INDERST , 22 Tommaso SCALET 

 

Inserito da P.I.