27/09/2016
Rapporto sulla XXVIII Assemblea Generale IOF

Strömstad Svezia 26 Agosto 2016

 

Quaranta Federazioni Nazionali, con diritto di voto, hanno partecipato alla XXVIII Assemblea Generale della IOF che si è tenuta a Strömstad il 26 Agosto 2016.

Aperta anche alle Federazioni non ancora " full member" e a tutti gli interessati l'Assemblea si è protratta per l'intera giornata.

Come sempre molti ed importante gli argomenti da affrontare.

Tra i primi la risoluzione di aderenza al codice anti-doping.

Resasi necessaria dopo le recenti rivelazioni del rapporto Mclaren  circa il " doping di stato" attuato dalla Russia è stata approvata all'unanimità dalla GA.

In accordo con le decisioni del CIO, mancando prove di comportamenti scorretti da parte di atleti orientisti russi, la IOF ha deciso di non vietare la loro partecipazione ai mondiali di nessuna disciplina salvo intensificare i controlli attuandoli, come previsto dal CIO, sia durante le gare sia durante gli allenamenti.

Espletate le formalità il Presidente Brian Porteous ha presentato il lavoro svolto dal consiglio soffermandosi in particolare sulle novità: 

  • Creazione della commissione RYDC, Sviluppo regionale e giovani
  • World Orienteering Day
  • Incremento delle trasmissioni TV che, per la prima volta stanno portando utili grazie alla vendita dei diritti
  • Nuova formula del mondiale diviso in Sprint e Forest
  • Nuova struttura dell'ufficio ora guidata Da Tom Hollowell, manager di grande esperienza, che sta impostando una nuova strategia con 2 marketing manager, part time, per il reperimento di risorse e una nuova addetta a alla comunicazione. 

È veramente un peccato che Brian Porteous abbia deciso, per motivi personali, di non ripresentare la sua candidatura perché indubbiamente ha saputo innovare la Federazione Internazionale e ne ha accresciuta la considerazione a livello Internazionale nella prospettiva, se pure ancora lontana, di un futuro Olimpico.

È stata inoltre attuata una inchiesta sulle Federazioni Nazionali per appurare il tipo di attività svolta. A seguito di tale lavoro 10 Federazioni sono risultate non in possesso dei requisiti minimi di attività, potremmo dire addirittura inesistenti in alcuni casi o inadempienti in altri.

Sono state espulse: Mongolia, Grecia, Giamaica, Kenya, Pakistan, Panama, Porto Rico, Somalia, Tailandia, Venezuela.

Ma ci sono anche buone notizie l'Egitto ha chiesto di essere confermato come " full member " prima dello scadere dei due anni ed è stato accolto con un caloroso applauso, altre 12 Federazioni sono passate ad essere membri effettivi: Argentina, Cile, Cuba, Ecuador, Giorgia, India, Indonesia, Kyrghizistan, Malesia, Macedonia,Uruguay.

Mike Dowling ha poi presentato il lavoro di revisione delle competizioni. Molti gli interventi perché da sempre i fatti tecnici appassionano gli orientisti. Segnalo le novità più interessanti : 

  • Modifica della WC dal 2018, 
  • Introduzione della formula Knock out nel mondiale Sprint dal 2020, 
  • revisione del format WMOC con introduzione della middle già dal prossimo 2018.

Per la WC la IOF prevede la formazione di un Consorzio di tre partners: 

  • IOF , Swiss Cup, O- Ringen. Ciascuno dei tre partner dovrà provvedere all'organizzazione tecnica del proprio girone. Il progetto partirà nel 2018 con 2 anni di transizione e sarà operativo dal 2020 al 2023.

La proposta è approvata a larga maggioranza.

Mirkko Salonen ha poi presentato la proposta del Consiglio IOF per l'inserimento nello statuto di un Codice Etico e la creazione di un gruppo ristretto che valuti eventuali infrazioni o conflitti. Tale gruppo sarà riunito solo in caso di necessità. 

La proposta è approvata all'unanimità.

Altri cambiamenti di minore rilevanza sono invece respinti dall'Assemblea: come la modifica del quorum per approvare le modifiche o la richiesta che anche tra i vice presidenti ce ne sia sempre uno di genere diverso.

La proposta presentata dalla Russia per modificare i criteri di accesso alle finali del mondiale tenendo conto della WRE viene respinta.

Anche la proposta della Svezia di equiparare i tempi di gara rendendoli uguali per uomini e donne viene rinviata alla commissione Foot O perché ne approfondisca le possibilità. 

Astrid Waaler Kaas ha poi presentato l' Activity Plan per gli anni 2016 / 2018, sarà il riferimento per le strategie e le attività da intraprendere nei prossimi anni. Il piano non si discosta molto dal passato basandosi su quattro punti cardine: Diffondere e potenziare l'Orienteering, Attrarre i giovani, Aumentate la visibilità dell'orienteering, Sostenere l'inclusione nei Giochi Olimpici e nelle Para Olimpiadi.

Si passa ad un altro argomento di grande interesse l'assegnazione dei Mondiale nelle varie discipline. Per il WOC 2020, che sarà il primo della formula Sprint è in lizza solo la Danimarca, la presentazione è interessante e il Mondiale è assegnato senza stress.

Si passa al Mondiale MTBO del 2019 anche questo aggiudicato alla Danimarca.

Per il Mondiale SkiO del 2019 non ci sono richieste ufficiali, sarà quindi la IOF ad assegnarlo. Grossa novità per il Mondiale TRAILO, lo richiede Hong Kong nel 2020 e sarà la prima volta fuori dall'Europa.

Ultimo, ma atteso impegno, sono le elezioni del nuovo Consiglio IOF, si parte dalla nomina del Presidente. C'è un solo candidato Leho Haldana, estone, attuale senior vice presidente. Il suo discorso di presentazione è breve, ma carico di significato: "il nostro sport" esordisce"deve diventare più semplice per diffondersi maggiormente".

Risorse finanziarie, sviluppo della tecnologia e della produzione televisiva saranno determinati per il futuro. Elezione scontata e applausi. Più impegnativa la scelta dei tre vicepresidenti, ci sono quattro candidati: Astrid Waaler Kaas e Mike Dowlings per la rielezione , Mikko Salonen e Alexey Kuzmin per la prima volta candidati.

Resta escluso il russo Alexey Kuzmin.

Infine l'elezione dei consiglieri che riguarda anche la sottoscritta, ci sono 7 candidati per 6 posti. Resta fuori Dusan Vystavel ma rientra in consiglio il francese Vincent Frey. Tutto il Consiglio viene rieletto a conferma della fiducia conquistata in questi anni, questo è per me il miglior sostegno all'impegno futuro anche se, in considerazione delle nuove regole, ho già esplicitato che resterò solo fino al 2018.

In questa lunga e spero, non troppo noiosa relazione, non ho riportato alcuni dibattiti anche accesi ma civili che hanno animato la lunga giornata perché non hanno determinato nessuna frattura ma sono comunque stati l'espressione di una partecipazione attiva e coinvolta.

Io continuo a pensare che il nostro sport meriti di più e a lavorare per questo.

Aspetto domande e commenti : maria.silvia.viti@orienteering.org

 

Maria Silvia Viti

Follow me on Twitter @meryesse1

COUNCIL MEMBER
International Orienteering Federation

maria.silvia.viti@orienteering.org

www.orienteering.org

 


14/07/2016
Il TROFEO CONI sbarca in Sardegna

Dopo le due precedenti edizioni di Caserta nel 2014 e di Lignano Sabbiadoro (PN) lo scorso anno, la carovana del Trofeo Coni si appresta per il 2016 a conquistare la Sardegna ed in particolare la zona sud con epicentro dell’evento proprio presso il capoluogo Cagliari.

In crescendo in questi anni le partecipazioni di Federazioni e Discipline Associate che già nel 2015 avevano superato le 5000 presenze nei giorni di gara.

Purtroppo anche in occasione della prossima edizione in programma dal 22 al 25 settembre, per la ns. Federazione ci sarà la spiacevole concomitanza con l’Alpe Adria e i Campionati Italiani di Sgonico a Trieste, ma come in passato dovremo fare di necessità virtù e considerate comunque le valenze diverse dei due eventi faremo in modo di gestire e valorizzare al meglio le presenze ad entrambi gli eventi.

La FISO ha già confermato la partecipazione di undici rappresentative regionali che come ricordiamo sono state selezionate con il criterio dell’ appartenenza ad uno stesso club.

Di seguito un breve estratto del regolamento che trattandosi di un evento promosso dal CONI è stato ovviamente condiviso.

Il regolamento completo al link  : http://www.fiso.it/_files/f_media/2016/07/11495.pdf

DECISIONI DEL CONI       (questa regola è imposta e non sindacabile)

Solo 3 concorrenti di una società possono partecipare per regione alle finali nazionali.

CHI SI QUALIFICA

Parteciperà alla fase nazionale la  “SOCIETA’” vincitrice le fasi regionali.  La società vincitrice potrà  in autonomia scegliere i 3 concorrenti che parteciperanno in rappresentanza della Regione di appartenenza alle finali nazionali.  (non per forza tre tra i migliori alla fase regionale).

REGOLAMENTO FASE REGIONALE

Vi sono 4 categorie:  W12  M12   W14  M14

Ogni SOCIETA’ potrà partecipare con un numero di atleti a piacere su ogni categoria, senza limiti di numero, ma solo il miglior atleta per ogni categoria porterà punteggio alla propria società.

Da regolamento:

A ogni concorrente sarà assegnato un numero di punti pari alla propria posizione. Se all’interno di una categoria una società non ha un punteggio valido (ad esempio tutti i propri rappresentanti hanno fatto PE, PM...) o non ha un atleta iscritto, riceverà un punteggio pari al numero dei classificati in categoria +1

Es.  classifica categoria W12   società partecipanti 12

  1 classificato          atleta soc A                                1 punto

  2 classificato          atleta soc A                                2 punti

  3 classificato          atleta soc B                                3 punti

  4 classificato          atleta soc B                                4 punti

  5 classificato          atleta soc A                                5 punti

  6 classificato          atleta soc C                                6 punti

(....)

16 classificato          atleta soc A                                16 punti                              

17 classificato        1° atleta soc H       PE                 17 punti

società I,L,M,N nessun iscritto                                   17 punti

Alla società A porterà punti il primo classificato, alla società B il terzo classificato che prenderà 3 punti, e alla società C il sesto classificato che prenderà 6 punti eccetera.

Da regolamento:

Il punteggio delle società sarà dato dalla somma del miglior punteggio ottenuto in ogni categoria. Vince la società che totalizza meno punti.

FISO Informa

editorialefisoinforma@fiso.it


16/06/2016
Consiglio Federale e Consulta dei Presidenti - Borgo 3/4 giugno

Nella Consulta dei Presidenti, incontro fra i Presidenti/Delegati Regionali e la FISO centrale, sono emerse dal territorio alcune positive indicazioni sulla necessità di cercare di fare qualcosa di più per le società (tecnici e atleti) e per mantenere il focus sia sull’alto livello che sull’attività promozionale. I due aspetti – strettamente collegati tra loro e ovviamente uno funzionale all’altro – devono fare i conti con le risorse (economiche ed umane) che non sempre sono così generose

Il Consiglio Federale a tal proposito – grazie anche ad un interessante raccolta sponsor per il 2016 – ha ripristinato per l’Alto Livello le risorse economiche precedentemente contingentate a seguito dell’applicazione dei criteri CONI per l’assegnazione dei contributi alle DSA nel quadriennio in corso.

In questo modo è stato possibile “ri-ossigenare” i diversi settori con particolare attenzione alla corsa che in proporzione aveva subito il taglio maggiore e potrà adesso invece contare su qualche risorsa economica in più per avviare da subito dopo le Olimpiadi il lavoro per il prossimo quadriennio.

Per le Attività Promozionali è rimasta alta la guardia con la partecipazione all’ennesima fase nazionale dei Campionati Studenteschi (Levico Terme) sia per la CO che per il Trail-O, alla Giornata Nazionale dello Sport CONI a Roma (grazie al CRLazio), oltre che all’adesione al World Orienteering Day  lo scorso 11 maggio (solo in Italia hanno partecipato quasi 10.000 ragazzi conquistando per l’Italia il 7° posto assoluto su 72 Paesi partecipanti,  in 67 diversi siti sparsi su tutto il territorio nazionale).

Una criticità emersa quasi all’unisono è collegata al problema della comunicazione in particolare verso l’interno sulla quale sarà importante intervenire tempestivamente con una rapida sistemazione di alcuni contenuti anche del web che non sono stati aggiornati in quest’ultimo periodo.
Da implementare e incentivare assolutamente anche l’attività sui Social Network (facebook – twitter – altro) canali oramai fondamentali per la comunicazione in particolare verso i giovani

Altro focus importante sul fronte dei Licei Sportivi con l’esposizione delle diverse esperienze avviate dagli Organi Territoriali. Dopo la collaborazione dello scorso anno tra FISO - MIUR e FIDAL per la preparazione/aggiornamento dei docenti dei licei ad indirizzo sportivo (Formia settembre 2014), già dalla Consulta Presidenti 2015 a L’Aquila era emersa la necessità di demandare ai singoli Comitati e Delegazioni la gestione dei rapporti con i Licei Sportivi.
Due le principali opzioni  :
- supporto al progetto direttamente dai CONI regionali con contributi ad hoc a FISO o direttamente ai LS, come, tra gli altri, il virtuoso esempio del Friuli Venezia Giulia
- intervento delle società FISO in rapporto diretto con i Licei Sportivi nell’ambito dell’autonomia scolastica con un ben definito progetto che vada oltre la semplice promozione
A livello centrale FISO ha richiesto a MIUR la certificazione e il sostegno economico condiviso di un modulo di apprendimento di orienteering con un monte ore ad hoc che potesse garantire su tutto il territorio nazionale le stesse modalità didattico/operative.
Alcuni OT hanno avviato esperienze extra-provinciali e regionali anche grazie a partnership con operatori del settore turistico e all’attività di coordinamento della Rete Nazionale dei Licei Sportivi
Da una recente disposizione della legge 107 per l’Alternanza scuola-lavoro, emerge infine la possibilità di ipotizzare per i Licei ad indirizzo Sportivo dei percorsi formativi mirati alla formazione di futuri operatori nel settore sportivo con ruoli di manager, dirigente, delegati.

Tema da sempre “al centro” e da parte di tutti sentito come “una priorità” è l’ambito della Formazione sia a livello nazionale che regionale, oltre che con l’organizzazione di corsi con indirizzi e livelli diversi, anche con l’ideazione di un format di tavola rotonda/convegno da esportare in occasione di eventi, fiere, seminari.
Anche in questo ambito il Consiglio Federale ha previsto la ristampa dei supporti cartacei manuali, opuscoli e brochure per studenti e docenti (Oriberto e Giovanna, Officina Orienteering, Manuale per gli insegnanti, Orienteering & Scuola) quali strumenti didattico/promozionali riusciti ed apprezzati da tutti.

E’ stata infine indetta dal Consiglio Federale la XXXVI Assemblea Nazionale Elettiva sabato 3 dicembre 2016 (sede da definire); secondo le indicazioni Statutarie gli OT potranno provvedere al rinnovo delle cariche elettive a partire dal 1 settembre p.v.

FISO Informa
editorialefisoinforma@fiso.it


15/04/2016
accordo FISO PWT Travel esplicativo

Di seguito un sintetico esplicativo dell’accordo approvato dal Consiglio Federale tra FISO e il tour operator PWT Travel

MOTIVAZIONI DELL’ACCORDO:     

Voler creare un evento di livello internazionale che diventi una consuetudine soprattutto per i paesi nordici che possono unire alla gara orientistica anche il Turismo.

Necessità della Federazione di incamerare una cifra minima costante negli anni che vada a sopperire ai mancati contributi erogati dal CONI.

COME FUNZIONA L’ACCORDO: FISO e PWT Travel hanno stipulato un accordo che prevede che venga organizzata congiuntamente una 5 gg di gare d’Orientamento itinerante per l’Italia dividendosi i compiti e gli introiti da iscrizione.

PARTECIPAZIONI: Il tour operator PWT Travel si impegna a portare almeno 1.000 atleti all’anno alla 5 gg d’Italia

LUOGO DELL’EVENTO:  Il luogo dell’evento è scelto congiuntamente in quanto vi è la necessità da parte dei Tour Operator di poter avere la disponibilità alberghiera per le 1.000 persone a dei prezzi vendibili agli atleti, ed altresì vi è la necessità di poter avere dei luoghi tecnicamente adeguati per le gare nonché facilmente accessibili all’organizzazione.

COSTO DI PARTECIPAZIONE:  ipotizzabile tra i 120 ed i 150 € a persona per il pacchetto della 5 giorni, che comprenderà oltre all’iscrizione, un pacco gara e dei benefit da concordare (pasta party, visite turistiche post gara ecc…).

I tesserati a FISO che desidereranno partecipare avranno una tariffa agevolata senza pacco gara.

La partecipazione non è esclusiva ma anche altri Tour Operator potranno partecipare alla manifestazione e con loro verranno eventualmente stipulati contratti “ad hoc”

DIVISIONE TASSE ISCRIZIONE: l’accordo è del 40% a PWT Travel e il 60% a FISO. (ipotizzando 150€ a concorrente per 1.000 concorrenti a PWT Travel andrebbero 60.000€ ed a FISO 90.000€ , qualora non si dovessero raggiungere numeri adeguati d’iscrizione PWT Travel comunque verserà a FISO 30.000€  che per la prima edizione del 2018 saranno anticipati a 10.000€ nel 2016 10.000€ nel 2017).

COMPITI DI PWT TRAVEL

Promozione e marketing dell’evento soprattutto all’estero

Segreteria di gara con Iscrizioni e gestione dei partecipanti

Logistica di spostamento degli atleti da e per l’Italia e da e per le gare.

  Gestione Premiazioni

COMPITI DI FISO

Organizzazione Tecnica della gara, comprensiva di Cartografia (già esistente o meno), Tracciamento dei Percorsi, Organizzazione di Partenze ed Arrivi, gestione Informatica.

La FISO farà accordi di volta in volta con i comitati locali, delegazioni o società sportive o singoli per la gestione operativa della manifestazione.

DURATA DELL’ACCORDO

La durata dell’accordo è di 4 anni.

ESCLUSIVITA’ DELL’ACCORDO

Non vi è esclusiva di organizzazione. L’unica esclusiva è sul nome “commerciale” della manifestazione “5 giorni d’Italia”, qualunque società o ente potrà a sua volta se lo desidera organizzare una manifestazione a più giorni anche negli stessi anni chiamandola con altro nome.

FISO Informa

editorialefisoinforma@fiso.it


08/04/2016
FISO informa

Nasce oggi la nuova rubrica FISO Informa, un apposito spazio dedicato a tutti gli orientisti interessati che volessero approfondire temi di vita Federale.

La sezione, oltre alle anticipazioni/news del sito ufficiale fiso.it, e alle delibere e verbali del Consiglio Federale, si propone quale strumento e opportunità di informazione per fornire integrazioni, chiarimenti di proposte e scelte della governance, illustrando ed esplicano al meglio le premesse, gli obiettivi, le tematiche, i risultati.

Si potrà interagire e intervenire, per confronti costruttivi su temi cari all’orienteering o comunque di particolare interesse, scrivendo all’indirizzo editorialefisoinforma@fiso.it

Buona lettura

FISO Informa


Informazioni sui Cookie

Cookie per Pubblicità

Questi Cookie sono necessari ai servizi di Pubblicità, descritti nella rispettiva sezione, per funzionare.
Google AdSense Cookie

Cookie per Statistica

Questi Cookie sono necessari ai servizi di Statistica, descritti nella rispettiva sezione, per funzionare.
Google Analytics Cookie.

Dal momento che l'installazione di Cookie e di altri sistemi di tracciamento operata da terze parti tramite i servizi utilizzati all'interno di questa Applicazione non può essere tecnicamente controllata dal Titolare, ogni riferimento specifico a Cookie e sistemi di tracciamento installati da terze parti è da considerarsi indicativo. Per ottenere informazioni complete, consulta la privacy policy degli eventuali servizi terzi elencati in questo documento.

Leggi l'informativa completa.